Intervista ai NUDi

Written by Interviste

Eccolo il nuovo disco di NUDi. Si intitola LAmiaFAVOLA+BELLA ed esce per la sua casa di produzione Nudidautore. Bel Pop italiano, ben suonato e prodotto che si cimenta nel rendere semplice e fruibile ogni forma di emozione e sensazione. Tutto prende spunto dalla vita quotidiana e niente viene lasciato al caso. Interessanti e intriganti al tempo stesso alcune metafore per tradurre l’infanzia nel quotidiano vivere di un uomo adulto. Ci colpisce “La Ninna Nanna dell’Uomo Nero”, uomo nero anche inteso come crisi sociale o di se stessi. La sua personalissima “La Cura” di Franco Battiato diventa per NUDi il brano “Se Fossi Dio” che, ben inteso, con il celebre successo di Battiato non c’entra nulla se non nel leitmotiv, nel protagonista che per amore vorrebbe diventare un Dio per prendersi davvero cura di lei contro la mala sorte e le malattie. L’intervista per gli amici di Rockambula

NUDi nel POP italiano. Scelta precisa o è un naturale modo di essere?
Io credo nella spontaneità, che sia organizzata, progettata, impiantata nella ricerca e nello studio, ma pur sempre spontanea e semplice, bella e intrigante, sorprendente e mai banale, ironica e popolare. Per questo credo che se “Pop italiano” si è, non si potrebbe non esserlo o aver la possibilità di scegliere se esserlo o meno. È come il colore degli occhi, della pelle: ci si nasce e basta. NUDi è Pop.

Dovessi pensare a te in altri genere musicali a quale faresti riferimento?
Assolutamente il Jazz di Sergio Cammariere.

Arrangiamenti e suoni: farina del tuo sacco o c’è anche altro?
Io scrivo tutto ciò che è farina del mio sacco, scrivo le musiche e scrivo i testi, in più organizzo personalmente le strutture dei miei brani con molta dedizione e pazienza, e non nascondo di essere il primo critico di me stesso, perché prima devo piacere a me stesso e poi agli altri. Spesso cestino dei pezzi dopo averci lavorato tanto, ma se non sono convinto, non c’è nulla da fare… Gli arrangiamenti invece sono, in parte miei, e in parte dei miei personali arrangiatori e del mio direttore artistico Davide Maggioni.

Di questo disco qual è la canzone che più ti rappresenta?
“Se Fossi DiO” uno dei pezzi più belli ed intriganti del disco; è il moderno contrasto tra il “Dolce Stil Novo” e le vulcaniche e controverse idee di Cecco Angiolieri. Protagonista della storia è un anonimo amante che non riesce ad ottenere le attenzioni di una fanciulla giovane e bella; ella infatti  lo degna nemmeno di uno sguardo. Allora egli, in preda alla collera ed alla disperazione, vorrebbe diventare Dio per attorniare la giovane con tutte le sventure e malattie possibili, facendo scomparire anche le possibili cure, per lasciarne soltanto una capace di guarirla: il bacio suo.

Sei in tour? Un nuovo video? O magari già qualche idea per nuovi pezzi?
Sono in tour radio… ma sto organizzando il prossimo tour live con la prospettiva di aprire i concerti di alcuni nomi importanti della nostra musica leggera, per incontrare tanta gente a cui poter presentare il mio nuovo disco. È uscito il videoclip di “LAmiaFAVOLA+BELLA” su youtube, che sarà trasmesso su tantissime tv, tra cui Odeon e Channel24, e sto già lavorando al nuovo disco che avrà tantissimi pezzi, sempre belli e particolari… Spero…

Last modified: 21 Febbraio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Web Hosting