What’s up on Bandcamp? [novembre 2019]

Written by Articoli

I consigli di Rockambula dalla piattaforma più amata dall’indie.
MONOTROPE – IMMUTABLE FUTURE

[ 21.11.2019 | USA | experimental, instrumental ]

Sette tracce puramente strumentali e all’insegna della più pura free form, chitarre incisive e sezione ritmica che in più di un’occasione si prende la scena. Un lavoro che nei suoi passaggi più “jazz” fa venire alla mente i magnifici Karate, e per noi è già tanto.

OHYDA – KOSZMAR

[ 01.11.2019 | Polonia | punk hardcore, crust ]

Hardcore punk duro e puro per questo gruppo polacco in uscita per la londinese La Vida Es Un Mus. I titoli in lingua madre – di cui chiaramente ignoriamo del tutto il significato – aumentano il generale senso di disagio, in ogni caso buon tiro e pogo garantito.

ANDREW PEKLER – SOUNDS FROM PHANTOM ISLANDS

[ 08.11.2019 | Germania | ambient, exotic, experimental ]

Dieci tracce estrapolate dalle registrazioni fatte per una mappa interattiva messa a punto da un’antropologa. Tanto basta per attirare l’attenzione, con un titolo curioso che – come racconta lo stesso autore – è un richiamo alle innumerevoli “isole fantasma” (appunto) che per secoli l’espansione coloniale europea ha disegnato sulle mappe di tutto il mondo senza che vi fosse prova certa della loro esistenza. Un viaggio sonoro dal curioso retrogusto esotico ed arcaico.

YOUTH – AMBER

[ 25.11.2019 | USA | dream pop, indie folk ]

Shoegaze addomesticato, docile dream pop, indie folkeggiante: tutto questo e molto altro per il nuovo lavoro di questo carinissimo progetto direttamente da L.A.. Disco placido e sognante, ideale per combattere il buio tipico di questo periodo dell’anno.

CRUISER – MOB WIFE SPLIT

[ 25.11.2019 | Irlanda | emocore, indie ]

Un EP di due tracce registrate a settembre e pubblicate adesso, cotte e mangiate proprio. Due brani dalla spiccata attitudine emocore, con la prima in particolare che fa un casino di quelli che fanno bene all’anima e risvegliano sopite irrequietezze adolescenziali. Feels.

JOSEPHINES – HOPE OF BROKEN WINGS

[ 24.11.2019 | Brasile | dream pop, noise pop ]

Prendete i Jesus and Mary Chain, sradicateli dall’uggiosa Scozia e trasportateli in una città costiera brasiliana: fatto? (cit.) Bene, avete appena creato i Josephines. Che comunque sono anche molto altro, perché il loro non è semplice revival e poi la proposta è davvero sincera e godibile.

THE SU – SOAKED UP

[ 30.11.2019 | Giappone | alt rock ]

Il Giappone è un’altra delle nostre solite mete e stavolta dal Sol Levante spunta fuori questo carino e godibile dischetto in salsa alternative. Chitarroso e tutto sommato preso bene, rigorosamente DIY, ogni tanto si lascia andare anche a qualche deriva shoegaze. Bene, bravi.

MARKMUFFINS – IWISHMYHOUSEWASBYTHEWATER

[ 30.11.2019 | Filippine | lo-fi, bedroom pop ]

Visto che eravamo di strada abbiamo fatto una breve deviazione verso le Filippine per gustarci il lavoro di questo artista diciannovenne che sembra già avere tutto lo spleen necessario a farci innamorare. Ovviamente mooolto lo-fi, un po’ indie, un po’ ambient, un po’ slowcore… insomma, musica fatta con il cuore e per il cuore. Che cosa bella.

LORO – ALIAS, ANYTHING YOU WANT

[ 19.11.2019 | UK | instrumental, post rock, slowcore ]

Altro viaggio del tutto strumentale, stavolta ci catapultiamo a Leeds. Atmosfere placide e tenui a cavallo tra post rock e slowcore, ovvero quello che dovreste ascoltare quando avete voglia di ripiegarvi su voi stessi cercando di sfuggire all’opprimente quotidianità di vivere. Cose che fanno davvero bene.

SEGUICI

Web • Facebook • Instagram • Twitter • Spotify

Last modified: 9 Dicembre 2019

Web Hosting