True Sleeper – Life Happened

Written by Recensioni

Un’altra stella nel sempre più valido ricco firmamento shoegaze italiano.

[ 29.04.2019 | Lady Sometimes | shoegaze, noise pop, dream pop ]

La melodia al servizio dei sentimenti, la musica che giunge alla propria sublimazione riflettendosi attraverso la sfocata lente della nostalgia.

Il primo lavoro del nuovo progetto di Marco Barzetti – il fu Weird. e tuttora colonna portante degli ormai consolidati Sonic Jesus – è pregno di un romanticismo senza tempo, un tuffo nella propria scatola dei ricordi.
Uscito per la preziosissima Lady Sometimes Records, etichetta indipendente che dal 2014 ci delizia con release piene di bellezza e sentimenti, Life Happened ha il chiaro intento di conferire fin dall’esordio un forte sapore di internazionalità (necessaria, va detto) al progetto che lo ha partorito, obiettivo decisamente centrato.

“Very soon I’ll walk alone, very soon I’’ l walk alive / Everyday will be fine, but it’s too soon”: con questi versi Heavy Life (vero manifesto sonoro del disco, emozionante nel suo incedere incerto tra chitarre cullanti e parole sussurrate) racchiude di fatto tutto lo spettro emozionale che caratterizza shoegaze e affini da vent’anni e passa, l’introspezione della propria anima come modo ultimo di sentirsi veri, vivi.
Il tema centrale del lavoro sembra essere – fin dal titolo stesso – quello dell’ineluttabilità di ciò che ci accade intorno: l’impossibilità di affrancarsi davvero dalle proprie paure, la caducità che di fatto contraddistingue ogni aspetto della nostra esistenza, la costante sensazione di inquietudine e smarrimento che qualunque animo anche solo appena sensibile non può non aver mai sperimentato. Esibire la propria fragilità può avere un valore catartico e salvifico, a volte.

La cangiante natura sonora di queste nove tracce ha anche una valenza emotiva: niente è mai davvero bianco o nero, l’obiettivo ultimo è quello di rimettere sempre ogni cosa in prospettiva. E, quando sembra che la realtà delle cose finisca davvero per schiacciarti, arrivano le chitarre col loro misto di dolcezza e distorsione a tranquillizzarti, a farti sentire a casa (provare brani come (Coda) e Feel per credere). La lunga Lunacy pone fine al viaggio come meglio non potrebbe: entra in scena placida e soave per poi esplodere in tutta la sua distorta potenza, deflagrando al suolo come definitivo sacrificio alla propria urgenza di vitalità.

Life Happened è shoegaze robusto à la Nothing, è noise pop stile Flaming Lips novantiani, è dream pop zuccheroso e decadente; ma è, soprattutto, un album di sensazioni, di ricordi, di tuffi al cuore e di sorrisi rubati. Quella di True Sleeper è musica fatta col cuore e per i cuori di tutti quelli che hanno ancora l’innocenza necessaria per farsi sopraffare emotivamente da note e parole.
La via è tracciata, e quello appena intrapreso sembra essere un percorso decisamente promettente, un’altra stella nel sempre più ricco e valido firmamento shoegaze / dream pop italiano.

LINK

Facebook
Instagram
Bandcamp
Spotify

Last modified: 1 Maggio 2019

Web Hosting