‘Chi suona stasera?’ – Guida alla musica live di novembre 2017

Written by Eventi

Sun Ra Arkestra, Kraftwerk, Nick Cave & The Bad Seeds… Tutti i live da non perdere questo mese secondo Rockambula.

THE TIGER LILLIES
01/11 @ Triennale Teatro dell’Arte, Milano
Data unica e serata speciale per la band Dark Cabaret inglese formata da Martin Jacques, Adrian Stout e Jonas Golland in occasione della mostra “The Ballad of Sexual Dependency” della fotografa statunitense Nan Goldin. La band proporrà alcuni dei suoi pezzi più suggestivi seguiti dalla colonna sonora creata appositamente per la mostra già qualche anno fa: un unico brano accompagnato da uno slide show di 700 immagini della Ballad, che nel perfetto stile della band va a toccare svariate corde con onestà, dolore ed intima poeticità. Da non perdere.
ascolta 

BOHREN & DER CLUB OF GORE
01/11 @ Locomotiv Club, Bologna
02/11 @ Santeria Social Club, Milano
Per la prima volta in Italia le atmosfere eleganti, misteriose, opprimenti e rarefatte degli alfieri del Dark Ambient-Jazz. La formazione tedesca, oggi un terzetto formato da Morten Gass, Christoph Clöser e Robin Rodenberg, vanta una carriera ormai venticinquennale durante la quale ha sfornato dischi di grandissimo livello, su tutti il magico trittico Midnight Radio (1995), Sunset Mission (2000), Black Earth (2002). La band nel corso degli anni ha subito dei piccoli ma significativi cambi di organico che ne hanno modellato il sound, e il loro ultimo Bohren For Beginners più che una collezione di successi è una fotografia della loro evoluzione: chi non li conosce cominci pure da qui, a tutti gli altri consigliamo di non perdere questi intensi ed affascinanti appuntamenti.
ascolta 

SUN RA ARKESTRA
04/11 @ Santeria Social Club, Milano, per JazzMi
Sun Ra (1914-1993) è stata una delle figure più importanti e controverse del Jazz moderno, un Jazz ispirato da una filosofia cosmica che fece della Sun Ra Arkestra la più eccitante big band di tutti i tempi, una big band oggi condotta dal suo braccio destro Marshall Allen, nell’Arkestra dal 1958. L’orchestra miscela Boogie-Woogie, Swing, Be-Bop, Free Jazz, Fusion e tanto altro ed ogni loro performance è una grande esperienza sonora e visiva, oltre che uno straordinario viaggio. Imperdibili.
ascolta 

NELS CLINE
06/11 @ Triennale Teatro dell’Arte, Milano, per JazzMi
Data unica italiana per il chitarrista statunitese la cui notorietà si deve soprattutto all’entrata in pianta stabile con i Wilco a partire dall’ottimo Sky Blue Sky. Meno conosciuti ma altrettanto meritevoli sono i numerosissimi lavori firmati a proprio nome o attraverso collaborazioni con artisti dal calibro di Weasel WalterThurston Moore e Zeena Parkins. Accompagnato da una corposa band, Cline ha registrato lo scorso anno il suo ultimo lavoro solista, Lovers, che presenterà durante questa data. Un album notturno e riflessivo composto da diciotto brani di vari artisti connessi all’idea di amore e rivisitati in modo meno sperimentale del solito, ma col rispetto e la maturità del grande musicista.
ascolta ]

BECOMING /// ANIMAL
02/11 @ Blah Blah, Torino, per ThedarksideofTorino
03/11 @ Macao, Milano
07/11 @ Freakout Club, Bologna
Fuori via Trost Records dallo scorso 20 ottobre A Distance Hand Left, terzo lavoro, immersivo e sperimentale, del duo formato da Massimo Pupillo e Gordon Sharp. Pupillo oltre che bassista degli Zu fa parte di molti altri progetti ed ha collaborato con artisti dal calibro di David TibetPeter BrötzmannMats Gustafsson e Damo Suzuki, la Sharp vanta una carriera ormai quarantennale che l’ha vista prendere parte a progetti indimenticabili (This Mortal Coil) per poi sviluppare un’incredibile carriera solista a nome Cindytalk. Un live che si preannuncia dunque di altissimo livello.
ascolta ]

KRAFTWERK
04-05-06-07/11 @ OGR-Officine Grandi Riparazioni, Torino, per Club to Club
Tra i più grandi innovatori della musica elettronica e tra le maggiori fonti d’ispirazione per un’infinità di artisti. La mitica band tedesca fondata nel 1970 da Ralf Hütter e Florian Schneider proporrà questo mese, con due concerti al giorno per quattro giorni, la sua discografia (ad esclusione dei primi tre album). L’imperdibile evento, denominato “The Catalogue”, è stato presentato per la prima volta al Museum of Modern Art di New York nel 2012 venendo poi riproposto in pochi altri prestigiosi spazi. I live, supportati da proiezioni ed animazioni 3D, saranno così suddivisi: 4 Novembre ore 19,30 Autobahn, ore 22,30 Radio-Activity, 5 Novembre ore 19,30 Trans Europe Express, ore 22,30 The Man-Machine, 6 Novembre ore 19,30 Computer World, ore 22,30 Techno Pop, 7 Novembre ore 19,30 The Mix, ore 22,30 Tour de France. Siateci.
ascolta ]

NICK CAVE & THE BAD SEEDS
04/11 @ Kione Arena, Padova
06/11 @ Mediolanum Forum, Assago (MI)
08/11 @ Palalottomatica, Roma
Questo mese vedrà il ritorno in Italia di una delle formazioni da sempre più influenti e rilevanti dell’intero panorama musicale: Nick Cave & the Bad Seeds. La band oltre ad alcuni dei grandi classici del suo repertorio ci regalerà le emozioni del suo ultimo Skeleton Tree, album uscito nel settembre dello scorso anno accompagnato dal docufilm One More Time With Feeling diretto da Andrew Dominik. Oltre al grande Nick ed al fondamentale Warren Ellis sul palco ci saranno Martyn Casey, Thomas Wydler. Jim Sclavunos, Conway Savage, George Vjestica e Larry Mullins. Atmosfere ora delicatissime ora infernali, tormento, malinconia, passione, spiritualità e tanto, tanto altro. Non perdete questi appuntamenti con un uomo capace di darsi come pochi altri al mondo e con gli straordinari musicisti che lo accompagnano.
ascolta ]

FAUSTO ROSSI
10/11 @ Magazzino sul Po, Torino
Figura ambigua ed ironica, schiva ma capacissima di provocare, tormentata, profonda e visionaria, che vista la capacità di coinvolgere ed emozionare avrebbe meritato sicuramente un seguito e un’attenzione maggiori di quelli ricevuti, ma a Fausto Rossi (Faust’O dall’esordio del 1978 ai primi anni 90) in fondo la notorietà non è mai interessata, gli ha sempre preferito la libertà: la libertà di fermarsi per un lungo periodo proprio quando ci si iniziava ad accorgere di lui, così come la libertà, lirica e musicale, grazie alla quale – seppur da pochi – viene ricordato come uno degli artisti più coraggiosi e significativi della scena nostrana degli ultimi quarant’anni.
ascolta 

LAU NAU
09/11 @ Volume Dischi e Libri, Milano
10/11 @ Mikasa, Bologna
11/11 @ Casa Punto Croce, Venezia
Tre date italiane per Laura Naukkarien, interessantissima artista capace di creare tramite strumenti giocattolo, synth e pianoforte un sound onirico e cinematico di indubbia qualità. Poseidon, quinto album della ragazza di Helsinki anticipato dal singolo “Kun Lyhdyt Illalla”, uscirà il prossimo 17 novembre per Fonal Records e Beacon Sound ed assai probabilmente durante queste date ce ne verrà offerta una gustosa anteprima. Malinconico, evocativo, rarefatto, l’album si muove tra Pop avanguardistico e Folk da camera con tratti psichedelici ed ospita vari musicisti tra i quali il compositore Matti Bye ed Helena Espvall (EspersThe Valerie Project). Consigliatissima.
ascolta ]

SPOON
12/11 @ Santeria Social Club, Milano
Data unica italiana per una delle più gradevoli formazioni Indie del pianeta. La band guidata da Britt Daniel lo scorso 17 marzo ha dato alle stampe Hot Thoughts via Matador Records, nono album di una carriera ormai ultraventennale ricca di meritati successi. Nel nuovo disco Funk, Rock, Pop ed Elettronica si fondono magistralmente e come sempre in modo immediato ma peculiare, con la mano del grande Dave Fridmann a regalare a buona parte del lavoro un tocco più stralunato del solito.
ascolta 

JOHN CHANTLER
13/11 @ Standards, Milano
É uscito nell’Agosto dello scorso anno – come sempre per la Room40 di Lawrence English – Which Way To Leave?, nuovo album di John Chantler, tra i maggiori interpreti del suono analogico accademico. Il disco, in parte registrato agli EMS Studios di Stoccolma, vede la partecipazione di Okkyung Lee al violoncello e Carina Thorén al basso ed alterna brani evanescenti a brani più densi rielaborando le tradizioni del minimalismo e della musica concreta dello scorso secolo, ora in chiave più melodica ora in chiave più dinamica. Ennesimo significativo lavoro di un artista da non perdere.
ascolta ]

ALGIERS
13/11 @ Astoria, Torino
Data unica italiana per la band di Atlanta composta dal vocalist e chitarrista Franklin James Fisher, dal chitarrista Lee Tesche, dal bassista Ryan Mahan e dal batterista Matt Tong. La loro esplosiva miscela di Funk, Punk, Soul, Noise Rock e No Wave, supportata da testi dal grande contenuto politico che tanto aveva stupito al loro esordio, è stata consolidata da un ottimo secondo lavoro che li conferma come una delle più interessanti novità degli ultimi anni. The Underside of Power, fuori dallo scorso giugno via Matador Records, vede alla produzione Adrian Utley (Portishead) ed al missaggio il grande Randall Dunn, sicuramente non per caso. In apertura i Soviet Soviet.
ascolta ]

ZOLA JESUS
14/11 @ Monk Club, Roma
15/11 @ Locomotiv Club, Bologna
17/11 @ Circolo Magnolia, Milano
Torna in Italia per presentare il nuovo album Okovi, fuori dallo scorso 8 settembre per Sacred Bones, Nika Roza Danilova in arte Zola Jesus. Il disco ci riporta alle migliori atmosfere Dark che la Nostra era stata capace di proporci ad inizio carriera cercando, per quanto e dove possibile, di tendere la mano anche alla svolta più patinata degli ultimi lavori. Il risultato è uno dei dischi più personali ed intensi dell’artista statunitense di origine russe, una meditazione su perdite e riconciliazioni e sulle catene (okovi, in slavo) che legano tutti noi a qualcuno e qualcosa. Esserci.
ascolta ]

 QUI with TREVOR DUNN
01/11 @ Drunk in Public, Morrovalle (MC)
02/11 @ Red Dog, Rezzato (BS)
14/11 @ Freakout Club, Bologna
15/11 @ Blah Blah, Torino
16/11 @ Cinema Metropolis, Umbertode (PG)
17/11 @ AltroQuando, Zero Branco (TV)
18/11 @ Circolo Dong, Recanati (MC)
Qui son un duo composto da Paul Christen (batteria, voce) e Matt Cronk (chitarra, voce) che combina Noise, Punk e Alt Rock. Della band ha fatto parte anche il cantante David Yow (The Jesus LizardScratch Acid). Trevor Dunn suona basso e contrabbasso ed ha formato i Mr. Bungle in compagnia di Mike Patton quando aveva appena 18 anni. Da allora ha collaborato con un’infinità di musicisti e per svariati progetti dei generi più diversi. I tre hanno unito le loro forze dando vita ad un folle ed avvincente album (Qui w/ Trevor Dunn) uscito a giugno per Joyful Noise Recordings, disponibile solo in vinile in 500 copie numerate. Il trio si esibirà anche stasera al 30 Formiche di Roma.
ascolta ]

SOLKI
03/11 @ Bar Chupito, Perugia
12/11 @ GOB – Ganz of Bicchio, Viareggio (LU)
14/11 @ Black Lodge, Firenze
15/11 @ Fanfulla 5/a, Roma
17/11 @ Colorificio Kroen, Verona
18/11 @ Bahnhof Live, Montagnana (PD)
19/11 @ House Concert, Bologna, organizza Efesto che potete contattare per info
Nati dalle ceneri dei Blue Willa, tra le più interessanti band italiane degli ultimi anni, i Solki sono la nuova creatura di Serena Altavilla e della sua voce penetrante e suadente, qui affiancata da Alessandro Gambassi e Lorenzo Maffucci, quest’ultimo presente anche nel precedente progetto. Dopo l’ottimo esordio di tre anni fa, lo scorso 7 aprile la band pratese ha pubblicato il sophomore Peacock Eyes, prodotto da Alessandro Fiori, per una serie di etichette tra le quali Santa Valvola Records. Un disco intenso ed equilibrato ma ricco di contrasti, che dal vivo non potrà che intensificare ulteriormente il suo fascino.
ascolta ]

SEVDALIZA
21/11 @ Circolo Magnolia, Milano, per Linecheck Music Meeting and Festival
Data unica italiana per l’ex modella e giocatrice di basket Sedva Alizadeh della quale è uscito lo scorso 26 aprile via Twisted Elegance il full length d’esordio, ISON, seguito di un paio di Ep e singoli che già avevano messo in mostra le ottime caratteristiche della cantante e compositrice nata a Teheran ma di adozione olandese. La proposta di matrice Trip Hop / R&B è ricca di un fascino sinuoso, scuro ed evocativo, evidente anche nei video che accompagnano i brani che Sevdaliza (lo scorso anno anche regista di un cortometraggio intitolato “The Formula”) cura spesso personalmente. Un’artista a tutto tondo che offrirà sicuramente uno spettacolo imperdibile.
ascolta ]

MARISA ANDERSON
20/11 @ Gattò | Robe & Cucina, Milano, per Milano Music Week
21/11 @ Al Buscaglione, Padova
22/11 @ La Polveriera, Reggio Emilia
23/11 @ Pian della Fonte, Loro Ciuffena (AR)
24/11 @ Frame Live Club, La Spezia
Chitarrista di Portland, Oregon, la cui musica affonda le proprie radici nel Country, nel Folk e nel Blues più intensi. Attiva dal 2009 è giunta lo scorso anno al suo quarto album, Into the Light, storia di un viaggiatore perduto nel deserto di Sonora, fuori per Chaos Kitchen Music. La Anderson vanta collaborazioni con Beth DittoCircuit Des Yeux e Michael Hurley, oltre ad essersi esibita in apertura da artisti dal calibro di Sharon Van Etten e Godspeed You! Black Emperor. È prevista per il prossimo anno l’uscita di un nuovo lavoro del quale probabilmente durante queste date ci regalerà qualche anteprima. Una musicista veramente interessante che vi consigliamo di scoprire.
ascolta ]

CURTIS HARDING
26/11 @ Circolo Magnolia, Milano
Interessante miscela di musica bianca e nera, di Soul e Funk, di Rock e passaggi psichedelici. Curtis Harding ha sviluppato una visione figlia della sue tante esperienze partite dai cori Gospel nei quali accompagnava la madre ed arrivate a dar vita ad una band Garage, i Night Sun, in compagnia di Cole Alexander dei Black Lips, passando attraverso le collaborazioni per gli Gnarls Barkley. Il suo ultimo lavoro Face Your Fear è uscito venerdì scorso per ANTI- Records e conferma quanto di buono fatto sentire con il precedente Soul Power accrescendone ulteriormente lo spettro sonoro. Una data unica da non perdere.
ascolta ]

KING KRULE
28/11 @ Magazzini Generali, Milano
Data unica italiana anche per Archy Ivan Marshall aka King Krule. L’artista britannico ha pubblicato lo scorso 13 Ottobre via True Panther Sounds/XL Recordings il nuovo The Ooz, album sofferto e sincero. Un disco che tra dolci ballate Rock, Blues psichedelici, nervosismi e solletichi Jazz, angosce Darkwave e sferzate Punk, il tutto condito da una voce cruda e profonda, conferma il giovane Marshall (appena ventitreenne) tra i più sorprendenti e completi musicisti della sua generazione.
ascolta ]

Last modified: 22 Febbraio 2019

Web Hosting