Umberto Maria Giardini @ Monk Club, Roma | 18.05.2017

Written by Live Report

Sembrano lontanissimi i tempi di Moltheni, l’hipster ante litteram, quando ancora il fenomeno non era nemmeno circoscrivibile con un nome. Sono ormai sette anni che Umberto Maria Giardini si presenta al suo pubblico con il vero nome, un pubblico di tutto rispetto.

(foto di Beatrice Ciuca)

Al Monk di Roma, per la presentazione di Futuro Proximo, si intravedono Luca Vecchi dei The Pills e Marco Giallini. UMG sale sul palco vestito di tutto punto, tremendamente invecchiato e con una leccata di vacca in testa. Non è nemmeno molto simpatico a dir la verità, qualche impavido dal pubblico gli urla suggerimenti mentre il nostro risponde in tono poco ironico di essere solo lui a decidere la scaletta, buttando nel mutismo più totale la folla. Pertanto il resto dello show va avanti senza proferire parola, da parte sua o da parte degli avventori. Una dopo l’altra vengono suonate le dieci canzoni che compongono l’ultimo lavoro. Nessun guizzo creativo, esecuzione nella norma e zero emozioni.
A volte le cose vanno in una direzione opposta a quella che pensavi.

IMG_1573

IMG_1584

IMG_2025

IMG_2020

IMG_2006

IMG_1974

IMG_1942

IMG_1894

IMG_1832

IMG_1822

IMG_1748

IMG_1715

IMG_1667

IMG_1661

IMG_1640

IMG_1636

IMG_1625

IMG_1612

IMG_1606

Last modified: 15 Marzo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Web Hosting