Thom Yorke @ Collisioni Festival, Barolo (CN) | 16.07.2019

Written by #, Live Report

La rassegna piemontese ha chiuso in bellezza con il leader dei Radiohead.

La serata perfetta in un posto splendido.
Chiude in bellezza l’edizione 2019 del Collisioni Festival a Barolo, con l’esibizione di Thom Yorke.

In un contesto da cartolina, con incantevoli scorci sulle colline e sulle vigne, il pubblico comincia a raggiungere la piazza del concerto già nel pomeriggio, fraternizzando e degustando vini locali. Accompagna il tramonto l’opening act di Andrea Belfi, già presente in altre tappe del tour di Yorke, che mette in scena una sorta di jam in solitaria, unendo alla batteria macchine elettroniche che producono un effetto potente e al tempo stesso straniante e a tratti un po’ monotono.

Sotto le prime stelle finalmente sul palco Thom, accompagnato dal sodale Nigel Godrich oltre che dagli straordinari effetti visual di Tarik Barri proiettati sui maxi schermi.

È in gran forma: si muove su tutto lo spazio del palco quasi abbracciando il suo pubblico che reagisce ascoltando, ballando e lasciandosi andare a un’adorazione quasi mistica per il suo idolo. Ballando, suonando la chitarra, le tastiere, al laptop e soprattutto grazie al suo inconfondibile timbro vocale, Yorke attrae su di se tutte le attenzioni e gli immancabili smartphone.

Come previsto, non c’è spazio per nessun pezzo dei Radiohead, ma ci si concentra sul repertorio solista del cantante. La recentissima uscita, Anima, la fa da padrone con ben otto pezzi, tra i più riusciti della serata. Tra le produzioni precedenti, particolarmente efficaci in versione live Black Swan, Has Ended e Default. Di grande intimità Dawn Chorus, tra i bis, con Thom alle tastiere.

In questa atmosfera rilassata e di complicità assoluta tra gli artisti sul palco e il pubblico, i consueti temi ansiogeni e gli incubi da realtà distopica tipici della produzione di Yorke si stemperano nella magia del momento.
A fine esibizione Thom ringrazia e augura “buona serata” in italiano. E lo è stata certamente, grazie alla musica e all’affascinante cornice.

SETLIST

Interference
A Brain in a Bottle
Impossible Knots
Black Swan
Harrowdown Hill
Pink Section
Nose Grows Some
Last I Heard (…He Was Circling the Drain)
The Clock
(Ladies & Gentlemen, Thank You for Coming)
Has Ended
Amok
(Atoms for Peace)
Not the News
Truth Ray
Traffic
Twist

Encore
Dawn Chorus
Runwayaway
Default
(Atoms for Peace)
Atoms for Peace

SEGUICI

www.rockambula.com • Facebook • Instagram • Twitter • Spotify

Last modified: 22 Luglio 2019