Musica dal Vivo Tag Archive

Giovane fuoriclasse: intervista a un under 25

Written by Interviste

Siamo davanti a una nuova generazione musicalmente “ignorante”? Ne abbiamo parlato con uno di loro per provare a capirlo.
Continue Reading

Read More

Chi suona stasera – Mini guida alla musica live | Settembre 2016

Written by Eventi

“Chi suona stasera?”. Sarà capitato ad ogni appassionato di musica live di rivolgere ad un amico o ricevere dallo stesso questa domanda. Eh già, chi suona stasera? Cosa c’è in giro? Se avete le idee poco chiare sugli eventi da non perdere non vi preoccupate, potete dare un’occhiata alla nostra mini guida. Sappiamo bene che non è una guida esaustiva, e che tanti concerti mancano all’appello. Ma quelli che vi abbiamo segnalato, secondo noi, potrebbero davvero farvi tornare a casa con quella sensazione di appagamento, soddisfazione e armonia col cosmo che si ha dopo un bel live. Ovviamente ci troverete dei nomi consolidati del panorama musicale italiano ed internazionale, ma anche tanti nomi di artisti emergenti che vale la pena seguire e supportare. Avete ancora qualche dubbio? Provate. Non dovete fare altro che esserci. Per tutto il resto, come sempre, ci penserà la musica.

THE BRIAN JONESTOWN MASSACRE
03/09@Zona Roveri, Bologna
La psichedelia e (se volete con l’accento) l’impossibilità di essere normali. Probabilmente i loro ultimi dischi non raggiungono le vette alle quali ci avevano precedentemente abituati ma possiamo assicurarvi che sul palco Anton Newcombe e soci sono sempre grandissimi (visti pochi giorni fa al TOdays Festival di cui vi parleremo presto).
[ascolta]

AIR
06/09@Piazza Duomo, Prato
Il duo di Versailles proporrà per un’unica data le sue fascinazioni lunari. Voleremo così da Moon Safari a Le Voyage Dans La Lune, colonna sonora dell’omonimo film di Georges Méliès restaurato nel 2010, per un live di indubbia intensità.
[ascolta]

CAT POWER
06/09@Rocca Malatestiana, Cesena per Acieloaperto
07/09@Anfiteatro delle Cascine, Firenze
Torna in Italia la stupenda cantautrice di Atlanta con due date in solo dal sicuro impatto emotivo. A Cesena da segnalare l’apertura dei sempre piacevolissimi Comaneci.
[ascolta]

THE WINSTONS
07/09@Acquaviva di Montepulciano per Live Rock Festival
08/09@Lido Mad Hops, Marone (BS)
09/09@Cap 10100, Torino
14/09@Circolo Magnolia, Segrate (MI)
15/09@Cubo, Parma
16/09@Lio Bar, Brescia
23/09@Locomotiv Club, Bologna
24/09@Piazza Della Vittoria, Spotorno (SV)
Freschi di pubblicazione del 45 giri Black Shopping Bag, Enro, Rob e Linnon Winstons porteranno la loro godibile miscela di Prog, Psych e Pop su e giù per lo stivale con un nuovo live tutto da godere. Durante la prima delle date sul palco anche i Nothing But Thieves.
[ascolta]

THE DEVILS
07/09 @Le Murate di Piazza Canevaro, Terranuova Bracciolini (AZ)
08/09@Blah Blah, Torino
09/09@I Camalli, Imperia
11/09@Hana-Bi, Marina di Ravenna, Ravenna per Rainy Days Fest 3
24/09@Parco Arenetta, Faicchio (BN) per Rock’n’Roll Stampede
Erica Toraldo (batteria e voce) e Gianni Vassella (chitarra e voce) questo mese ci faranno compagnia con il loro sfrontato Rock Trash-Noise con un buon numero di date a supporto del loro disco d’esordio Sin, You Sinners!
[ascolta]

GREG HAINES
08/09@Sala Vanni, Firenze per Nextech Festival
Data unica del violoncellista di casa Denovali con la sua classica moderna ultimamente molto più impregnata di elettronica. Collaboratore, tra i tanti, di Nils Frahm, Peter Broderick ed Alvaret Ensemble. Imperdibile.
[ascolta]

SUNN O)))
09/09@Labirnito della Masone, Fontanellato (PM)
Data unica anche per la band di Stphen O’Malley con le sue sperimentazoni Drone Doom dagli elevatissimi volumi (consigliato l’aver assistito quantomeno ad un concerto degli Swans) all’interno di una cornice spettacolare che ne esalterà il sound mitologicamente oscuro. Prima del concerto la videoinstallazione Finis Mundi di N!03 dedicata a Jorge Luis Borges nel trentennale della sua scomparsa.
[ascolta]

TERRY RILEY
11/09@Viale E. Alemagna 6 per la Triennale di Milano
Il maestro d’avanguardia e minimalismo sarà in Italia per un’imperdibile data nella quale proporrà la sua storica opera In C accompagnato da un ensamble di musicisti del Mali. Se non vi bastasse a seguire troverete The Rileys, il duo che il maestro condivide con suo figlio Gyan. Insomma, parliamo veramente di un grandissimo evento.
[ascolta]

1919
16/09@TNT Club, Milano
17/09@Café Liber, Torino
Due le date italiane per la band Goth Rock\Post-Punk di Bradford che tra abbandoni, ritorni e scioglimenti è comunque riuscita ad arrivare dal 1983 sino ad oggi, e pare si trovi in ottima salute.
[ascolta]

THE WHO
17/09@Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO)
19/09@Forum, Assago (MI)
Gruppo fondamentale per la storia del Rock e della musica tutta. Autori di tantissime hit tra le quali la mitica “My Generation” e di album meravigliosi come Tommy, Who’s Next e Quadrophenia. Certo, non siamo più nel 1970 ma come perderli considerando quanto ci hanno dato? Signori, Roger Daltrey e Pete Townshend vi aspettano, non mancate.
[ascolta]

BATTLES
18/09@Summer Music Village, Bari per L’Acqua in Testa Music Festival
19/09@Karemaski Multi Art Lab, Arezzo in apertura Zeus!
23/09@Latteria Artigianale Molloy, Brescia
La grande band fondata da Ian Williams, mitico chitarrista dei Don Caballero, tornerà
questo mese in Italia con 3 date ben spalmate sul territorio dopo i grandi concerti del Marzo scorso.
[ascolta]

NEGATIVLAND
20/09@LO-Fi, Milano
21/09@Tetris, Trieste
30/09@Spazio Aereo, Venezia
Band dedita ad una musica rumoristica ed allucinata, nonché ricchissima di cut-ups, che prende ispirazione da Edgard Varèse come dai Residents. Nati nel 1980 ma cresciuti in popolarità solo nel 1991 non per le loro lodevoli doti ma per una causa della Island Records riguardo al loro Ep U2 (contenete due versioni parodiche della celebre “I Stll Haven’t Found What I’m Looking For”) ed alla sua copertina che poteva far pensare ad un disco della band di Bono Vox intitolato Negativland. Indubbiamente creativi, non perdeteveli.
[ascolta]

CAMERA
30/09@Mattatoio, Carpi
Krautrock da Berlino ispirato ai miti del genere. Giunti al loro terzo disco sulla lunga distanza, Phantom of Liberty, dato alle stampe quest’anno, porteranno il loro complesso sound, energico e sofisticato, nella nostra penisola per un’unica data consigliatissima.
[ascolta]

Read More

Nasce a Bologna l’Alleanza per la Musica dal Vivo

Written by Senza categoria

Nasce a Bologna l’Alleanza per la Musica dal Vivo

Dopo il successo di Verso Musica Live 2020 a Bologna con il grande convegno nazionale sulla musica dal vivo alla presenza del 100 per cento delle sigle del settore della musica dal vivo si avvia un coordinamento per le prime richieste alle Istituzioni, Societa’ di Raccolta di Diritti e Servizio Pubblico Radio Televisivo

Sabato 30 gennaio a Bologna si e’ tenuto il piu’ grande convegno nazionale sulla musica dal vivo alla presenza di tutte le sigle organizzate degli operatori del settore con una rappresentanza pari al 100 per cento del settore organizzato.

Coordinati dal MEI, la manifestazione che ogni anno riunisce i talenti emergenti del nostro paese, sono intervenuti insieme i promoter di Assomusica, i circoli e festival del live di Arci Real,  i festival e contest per emergenti della Rete dei Festival, il circuito delle discoteche del Silb, i club di musica live di KeepOn, il circuito dei festival di I-Jazz , l’esperienza importante della Festa della Musica di Brescia e tantissimi altri protagonistidi diversi settori come gli EcoFestival di Urban EcoFestival, i festival d’autore come il Premio Tenco e quelli ad esso correlati, le reti territoriali di festival come quelle di UploadSounds, Carovana dei Festival, Voci per la Liberta’, i circuiti per i giovani come Martelive, ExitWell  e Primo Maggio, le reti legati alla legalita’ e al folk  oltre a interventi di qualita’ di promoter e produttori del settore  in un unico convegno di grande rilievo.

In apertura la Rete dei Festival assegna un riconoscimento speciale come Festival dell’Anno a “Il Jazz Italiano a L’Aquila” per il grande successo riscosso grazie al forte binomio tra musica e solidarietà e sono stati presentati  i nuovi progetti musicali Uniweb Tour 2016 e Mi Sento Indie a favore dei giovani artisti emergenti che partono proprio da Bologna, dopo il saluto dei rappresentanti di Bologna – Citta’ della Musica Unesco e del Comune di Milano rappresentanti dell’importante Patto per lo Spettacolo dal Vivo di Milano al quale aderiscono tutti i partecipanti. L’incontro e’ stato salutato da un intervento scritto del Presidente della Siae Filippo Sugar sull’importanza economica dell’Italia Creativa, dopo un’indagine presentata la settimana scorsa a Milano insieme al Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini,  della quale la musica fa parte per un fatturato complessivo di 4, 3  miliardi di euro, primo tra i produttori culturali puri,  pari a circa il 10% di un’Italia Creativa che con 47 miliardi di euro di fatturato complessivo comprende tutti gli altri undici settori individuati.

La giornata e’ stata salutata dai Parlamentari per la Musica rappresentati dalla Senatrice Elena Ferrara e dell’Onorevole Roberto Rampi che hanno ricordato il percorso realizzato con la Musica che ha portato a una importante Risoluzione Musica votata all’unanimita’ alla Commissione Cultura del Seanto e hanno segnalato l’importanza viste le nuove leggi che si stanno profilando si attivare nuovamente le audizioni con i protagonisti del settore.

Le sigle presenti rappresentano come rappresentanza per la Musica e gli Eventi dal Vivo la totalita’ del Fatturato che si realizza in Italia oltre ad essere un importante volano del settore dal punto di vista turistico ed occupazionale, culturale, sociale ed aggregativo cvapace di creare un stima di circa 30 mila eventi capaci di mobilitare circa 15 milioni di spettatori e creare un’occupazione diretta e indiretta per circa 250 mila addetti.

A tale proposito, mantenendo l’autonomia speficica di ogni singola realta’ associativa, Assomusica, Arci Real, Silb, KeepOn, Rete dei Festival, I-Jazz, in collaborazione con le altre realta’ presenti come il Premio Tencoe le altre rappresentanti di specifici circuiti musicali  e le altre realta’ presenti hanno deciso di far nascere un coordinamento leggero denominato Alleanza per la Musica dal Vivo per diventare da subito interlocutori per il Governo per l’avvio di una nuova Legge sullo Spettacolo dal Vivo e di una Legge per la Musica oltre che dei nuovi Codici per lo Spettacolo connesse ai nuovi modelli europei che si stanno muovendo in tali contesti. Inoltre, tale Alleanza per la Musica dal Vivo, si attivera’ per realizzare un incontro con il gruppo Parlamentari per la Musica , presente al Convegno di Bologna con la Senatrice Elena Ferrara e l’Onorevole Roberto Rampi, e incontrare il Mibact e la Siae, per diventare interlocutori sulle proposte di investimento con le quote di equo compenso a favore dei giovani nel settore musicale, affiche’ tali investimenti possano ottenere il massimo di rete, sinergia e prospettive verso l’estero, per un rinnovamento delle politiche del Fondo Unico per lo Spettacolo, oltre ad attivare tutti quei rapporti diretti legati a investimenti per il settore (Bonus Stradivari, 500 euro per i giovani in spesa per la cultura, 2 per mille per le associazioni culturali, spazi demaniali per aggregazioni culturali e di spettacolo, tax credit, art bonus, bando straordinario per i festival, etc.) per portare proposte e operativita’ concrete che rendano attive norme e leggi a favore del settore musicale ,  la nuova Direzione Generale della Rai per avviare un nuovo patto tra il servizio pubblico e la musica capace di cogliere tutte le novita’ provenienti dal nuovo mondo della musica giovanile, le rappresentanze degli Enti Locali Comunali e Regionali,.  per il superamento di difficolta’ burocratiche oramai obsolete, con l’avvio concreto della Scia,  per chi opera nel settore e per una legislazione  di incentivo al sistema che favorisca reti e aggregazioni della filiera musicale, oltre a tutti quegli altri incontri utili a far emergere in modo sempre piu’ forte tale settore, all’interno dell’ambito della cultura del nostro paese, come uno dei principali volani dell’immagine di un’Italia nuova capace di guardare con maggiore fiducia al futuro.

Read More

Decreto Valore Cultura, un primo passo verso la semplicità.

Written by Articoli

Come italiani siamo abituati a Decreti Legge che assomigliano più a melting pot che a vere leggi ad hoc che potrebbero migliorarci la vita; questo perché, come ben sapete, riusciamo ad essere un paese d’accordo su poche cose, anzi pochissime, che di solito derivano da un precedente stato di immobilità politica totale e da una spinta falso progressista. È il caso del Decreto Valore Cultura che in pancia tiene innumerevoli norme per rilanciare quest’ultima, oramai ridotta ad un colabrodo dai precedenti governi e dalle stesse persone che hanno votato questa legge. Basti pensare a Pompei diventata oggetto di vergogna in mondo visione per l’estremo decadimento del sito archeologico patrimonio dell’UNESCO e non più motivo di vanto all’estero. In se, il DL, contiene una serie di “strategie” per il rilancio dei siti archeologici, appunto, con “Interventi di tutela e di valorizzazione di luoghi e beni culturali”, “Interventi per assicurare risorse al sistema dei beni e delle attività culturali”, che si traduce in musei sempre più aperti e semplificazioni nelle procedure per acquisire le donazioni private e dulcis in fundo: “Interventi per il rilancio del cinema, delle attività musicali e dello spettacolo dal vivo”. Qui è stata inserita una prima norma, di cui ancora non conosciamo bene l’applicazione, per semplificare la Musica dal Vivo ispirandosi al Live Music Act adottato in Inghilterra e che di fatto liberalizza gli eventi Live con meno di 200 persone e che terminano entro le ore 23. Voluta fortemente dall’ex-assessore alla cultura del Comune di Milano Stefano Boeri che tramite la piattaforma Change.org, dove è possibile seguire tutta la vicenda, è riuscito a raccogliere 37.000 firme, tra cui anche quelle di Rockambula, per far inserire tale proposta nel DL sopra citato. La petizione inizia così e non potevamo non firmarla:

“Gentile Ministro Bray,

i Rolling Stones, gli Who, gli U2, ma anche i Beatles (nel mitico Cavern di Liverpool) hanno cominciato a suonare nei pub e nei locali dal vivo, per qualche decina di ascoltatore sparso tra i tavoli o in piedi con una birra in mano.
La musica, come ben sappiamo, non è un prodotto preconfezionato.
Nasce in situazioni imprevedibili –un incontro casuale sui banchi di una scuola davanti a una pizza, sulla rete- e cresce in luoghi spesso occasionali: uno scantinato, un garage, una soffitta. Ma subito cerca, come l’ossigeno, un pubblico e uno spazio per mettersi in scena, magari davanti a pochi amici o parenti durante una festa, un matrimonio, una serata in un locale. Aiutare la musica a crescere, significa offrire a migliaia di giovani donne e uomini la possibilità di suonare in pubblico e dal vivo.”

Ma veniamo al sodo,  spulciando il Capo III del decreto ci si imbatte subito in una norma che finanzia, in parte, la realizzazione di fonogrammi e videogrammi che siano opere prime, o seconde, in cui è riconosciuto un credito di imposta, cioè uno sgravio del 30% dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche o videografiche musicali. Certo, dal 2014 fino al 2016, certo fino a fine fondi, 4,5 mln di euro, certo alle imprese. Alla fine, scritto piccolo piccolo, vengono introdotte due modifiche ad articoli contenuti nel “Testo unico delle leggi di Pubblica Sicurezza”, una legge del 1931, pensate un po’ come siamo messi, che vengono così modificati: «Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza e’ sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all’articolo 19 della legge n. 241 del 1990, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo»;  Quindi da oggi in poi basterà una semplice autocertificazione da presentare in Comune senza neanche il bisogno della “licenza dell’autorità di pubblica sicurezza”. Questo, come ammette lo stesso Boeri, è un piccolo passo verso quella che vorrà essere una riforma dello spettacolo da vivo. Speriamo. Un po’ poco per ora, viste le 200 persone, ma pure sempre qualcosa in un panorama legislativo desertificato dai “cazzi propri”. Sono sicuro che tutto ciò gioverà sopratutto a quei piccoli locali, associazioni, che già faticano a sopravvivere e di sicuro diminuirà lo sbattimento degli organizzatori che dovranno presentare una sola autocertificazione.

La cosa più rilevante di tutta la vicenda è che tutto è partito con un forte desiderio di cambiamento e una semplice raccolta firme su Change.org. Speriamo sia solo il primo passo verso un vero e proprio cambiamento e che tramite questi strumenti di aggregazione si continui a rendere la musica, e l’arte e lo spettacolo, posti migliori. Noi di Rockambula continueremo a promuovere, coltivare e seguire la vicenda.

[FONTI]

Change.org: http://www.change.org/it/petizioni/una-nuova-legge-per-la-musica-dal-vivo-in-italia

Normativa: http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legge:2013;91

Read More

Una nuova legge per la Musica Dal Vivo

Written by Senza categoria

Stefano Boeri, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, lancia su change.org una petizione per salvaguardare la Musica dal Vivo al Ministro Bray. I Live sono sempre più soggetti all’ingarbugliato mondo delle autorizzazioni e la musica ne perde. Noi, con il nostro Don Pizzica, ne avevamo parlato nelle scorse settimane con un articolo e un’intervista a Aldo Minosse gestore del PinUp, se volete approfondire. Lo stesso Boeri ce lo conferma: “i Rolling Stones, gli Who, gli U2, ma anche i Beatles (nel mitico Cavern di Liverpool) hanno cominciato a suonare nei pub e nei locali dal vivo, per qualche decina di ascoltatore sparso tra i tavoli o in piedi con una birra in mano. La musica, come ben sappiamo, non è un prodotto preconfezionato”.

Non rimane che FIRMARE!!!!!!!!!!!!!

QUI: http://www.change.org/it/petizioni/una-nuova-legge-per-la-musica-dal-vivo-in-italia

Read More