Stelle & Dischi – l’oroscopo di Settembre 2019

Written by #, Articoli

Rockambula ti guida tra i presagi astrali e le nuove uscite discografiche.
ARIETE

L’inizio del mese è stato all’insegna dell’apatia, ma se state pensando di abbassare la guardia non fatelo: le disgrazie sono sempre dietro l’angolo, e a breve arriveranno sotto forma di Venere e Mercurio in Bilancia in opposizione al vostro segno, portando vento di tempesta e carrettate di incomprensioni. E si sa, dalle incomprensioni ai conflitti etnici poi è un attimo. Le stelle consigliano riflessione in tal senso e un attento ascolto di Amadjar dei Tinariwen. Quella del nono disco del collettivo Tuareg è la storia (qui la versione completa) di un viaggio iniziato circa un anno fa, dal Marocco alla Mauritania, con il quale i Nostri continuano a farsi cassa di risonanza internazionale delle problematiche tra le etnie della propria terra, il Mali. Un album nomade e corale, che accoglie a braccia aperte anche molti ospiti occidentali, come la voce di Cass McCombs e il violino di Warren Ellis dei Bad Seeds. È uscito venerdì scorso 6 agosto via ANTI- Records.

TORO

“Questo periodo storico avrebbe dovuto essere il futuro, ma quel futuro è stato cancellato. La storia si sta muovendo ma senza sapere in che direzione muoversi e si sta accumulando intorno a noi. Questa atemporalità è solo una illusione ed è la logica culturale del tardo capitalismo, che consuma ogni cosa ad una velocità sempre crescente. Dobbiamo trovare una via d’uscita.” È con queste parole che Rob Jones, batterista dei 65daysofstatic, ha presentato replicr, 2019, il nuovo lavoro della band di Sheffield in arrivo il 27 agosto per Superball Music / Century Media Records. Bene, amici del Toro: qualunque sia la cosa che vi tiene intrappolati – un periodo storico, una relazione, un finanziamento da restituire in 127 comode rate – grazie al favore di Marte in Vergine in trigono a Saturno e a Plutone in Capricorno, questo è il mese giusto per uscirne. Il post rock è dalla vostra.

GEMELLI

Quel Marte in Vergine per tutto il mese, in quadratura al vostro segno, vi darà un po’ di filo da torcere donandovi abbondanti dosi di pessimismo e rendendovi inspiegabilmente nostalgici. Cos’è che vi cruccia? C’è qualche rimpianto che vi tormenta? State lì a chiedervi se non sia ormai troppo tardi per ricontattare quella vecchia fiamma? Siete così a terra che siete arrivati persino a dubitare che possa ricordarsi di voi? Sono trascorsi dieci anni dall’esordio e otto dalla loro ultima release, delle Vivian Girls non ci eravamo mica dimenticati – e a giudicare dai singoli che hanno anticipato Memory, in uscita il 20 su Polyvinyl, le tipe appaiono tutt’altro che arrugginite: le melodie dream pop tonificate dai fuzz restano il loro tratto distintivo. Non abbiate paura: anche il vostro è un carisma indimenticabile.

CANCRO

Venere in Vergine vi aiuterà a mirare al sodo, a patto che teniate a bada la vostra proverbiale permalosità e soprattutto che facciate attenzione a non pretendere la luna: misura ed equilibrio devono essere le vostre parole magiche. “Navigating the world as a woman, balancing softness and strength”: è la stessa Chelsea Wolfe a chiarire quale sia il tema centrale nel suo Birth of Violence, che esce proprio oggi per Sargent House, nato dopo un lungo tour mondiale come una sorta di terapia riabilitativa. Ebbene, gli astri promettono graditi traguardi e cambiamenti anche per voi del Cancro, ma solo se anche voi dimostrerete di sapervi muovere nel mondo dosando tenacia e tenerezza (e questo vale anche per i maschietti).

LEONE

Venere e Mercurio in Bilancia vi consentiranno di togliervi qualche antipatico sassolino dalla scarpa in amore, ma poi Saturno in quadratura a Mercurio vi suggerirà di farlo in maniera tutt’altro che garbata. “Punk poets”: così si definiscono i Blood Child, giovane formazione danese capitanata dai fratelli Emil e Mads Bertelsen all’esordio con Shower me, un EP di sei tracce che esce oggi 13 settembre per la conterranea etichetta NESM. Il punk non è morto e non morirà finché saprà assumere nuove forme accattivanti senza perdere l’intensità della propria sostanza. Dovreste prendere esempio e dare una forma più articolata ed efficace al vostro dissenso prima di perdere le staffe e sganciare banalissimi vaffanculi.

VERGINE

Il 20 settembre Constellation Records pubblicherà C’est ça, ritorno in grande spolvero dei Fly Pan Am. Al clamore degli album usciti nei primi anni 2000 è seguita una lunga pausa, ma è dal 2017 che il quartetto di Montréal si è riunito e ha iniziato a rimodellare la propria miscela di post punk, power pop e musica concreta. Due anni dopo eccoli qui, e il risultato è pregevole. Se avete da poco intrapreso una direzione inaspettata e avete già iniziato a domandarvi chi ve l’ha fatto fare, prima di tornarvene a casa con una scusa qualunque ricordatevi che talvolta c’è bisogno di concedere agli eventi il tempo necessario per manifestarsi nella loro pienezza. Perseverate e concedetevi soste all’autogrill solo in casi di reale emergenza.

BILANCIA

Venere entra nel vostro segno portando nuova linfa alla vostra vita sentimentale, e i rapporti nati da poco troveranno solidità e continuità. Tutto ciò a condizione che liquidiate definitivamente quella schiera di trombamici che avete – e che in fondo manco volete, perché la verità è che voi della Bilancia siete avversi alla modernità anche in senso sentimental/sessuale. Austriaco di base a Londra, Manu Delago ha in serbo per voi un nuovo disco di inediti, Circadian, che arriva proprio oggi via One Little Indian. Percussionista al fianco di Björk e Ólafur Arnalds nonché pioniere dell’hang, al centro di questo suo nuovo lavoro non poteva che esserci il suono stridente e insieme avvolgente di questo singolare idiofono: uno strumento moderno (è nato in Svizzera nel 2000) che si oppone alla modernità non solo con le sonorità ancestrali che è in grado di generare, ma soprattutto con l’artigianalità della sua creazione e l’unicità che caratterizza ogni pezzo. Se non vi si confanno, non è che dovete piegarvi alle cattive abitudini di un’epoca solo perché è quella in cui siete nati.

SCORPIONE

Rispetto ai drammi del mese scorso, con quel casino di pianeti in Leone a mettere a dura prova il vostro già labile autocontrollo, settembre passerà senza infamia e senza lode. Godetevi queste settimane di atarassia perché tanto lo sappiamo che dureranno poco, che voi al cazzeggio proprio non ci sapete stare. Un po’ come Josh Eustis, che i dieci anni che lo separano dall’ultima pubblicazione targata Telefon Tel Aviv non li ha mica trascorsi con le mani in mano: tra le sue collaborazioni come performer e producer ci sono quelle con Apparat e Nine Inch Nails ma anche quelle che l’hanno visto al fianco di alcuni talenti dell’underground, come Drab Majesty e Vatican Shadow. E infine, dopo anni di riflessione, ha concretizzato anche il desiderio di rilanciare il progetto post IDM interrottosi a causa della morte prematura del co-founder Charlie Cooper: Dreams Are Not Enough esce il 27 su Ghostly International.

SAGITTARIO

Vento di tempesta sul lavoro: colpa di Marte in Vergine, ok, ma la colpa un po’ è anche vostra, che definirvi pignoli è un offesa ai pignoli veri. Quando si tratta di lavoro voi siete al limite della paranoia, e il più delle volte la vostra brama di perfezione si traduce in risultati di merda. The Unmaster è il nuovo album del rapper, producer e attivista inglese Dizraeli, fuori il 20 per la label Continuous Breath. È un ibrido di hip-hop, grime e suggestioni etniche con cui l’artista opera una riflessione sul concetto odierno di mascolinità e in generale invita a liberarsi dalle nozioni dominanti, dall’ossessione della perfezione, e a guardare il mondo con curiosità e senza preconcetti. Sarebbe una roba da consigliare tutti i mesi a tutto lo zodiaco, ma è un consiglio di cui voi del Sagittario a settembre avrete particolarmente bisogno.

CAPRICORNO

Se la prima metà del mese è stata ottima, grazie al favore di Venere e di Mercurio che vi hanno garantito lucidità e intuito in amore, da adesso in poi i due pianeti entreranno in Bilancia, il che significa che lo stato di grazia è terminato e ve ne tornerete mestamente al vostro abituale ripudio dell’universo intero. “Un viaggio nel profondo che pretende solitudine. Un viaggio che è crudo e intimo, scuro ma alla continua ricerca di luce”. Sembra la descrizione della vostra esistenza, e invece sono le parole che ci introducono a Volume Quattro, nuovo lavoro in studio dell’instancabile Paolo Spaccamonti, fuori il 20 su etichetta Escape From Today appena un anno dopo l’album in collaborazione con Jochen Arbeit. Qualcosa mi dice che vi piacerà. Parola di Capricorno.

ACQUARIO

Risentirete degli influssi del vostro pianeta guida Urano in quadratura, che potrebbe portarvi più di un problema sul lavoro. “You can’t keep a good woman down”: che tu sia uomo o donna, caro Aquario, tienilo sempre a mente. Se una femmina è in gamba nessuno riuscirà a sottometterla: un concetto che ha dato il titolo al romanzo di Alice Walker e che il nuovo album di Wallis Bird ribadisce in mille sfumature. Atteso per il 27 del mese su Mount Silver Records / Caroline International, coi suoi brani Woman si dimostra perfettamente consapevole delle problematiche dell’epoca in cui viviamo. La cantautrice irlandese ha dichiarato che è un lavoro nato dal suo personale desiderio di un mondo capace di più empatia. Se anche voi amici dell’Acquario ultimamente percepite lo stesso bisogno dovreste adoperarvi per contribuire. Non dico che dobbiate farlo con un disco, ma almeno smettetela di fottervi il posto auto del collega con nonchalance ogni santo giorno.

PESCI

Dopo settimane rese intense e sfiancanti dall’opposizione di Marte, Venere e Mercurio, questa seconda metà del mese vi darà il colpo fatale se a causa di recenti ingarbugliamenti sentimentali non sarete in grado di rimanere lucidi e concentrati sulle attività lavorative. Una buona dose di resilienza è d’uopo. Il 27 Alessandro Cortini torna a pubblicare in proprio: a due anni dall’ultimo album solista e dopo la collaborazione con Lawrence English, Volume Massimo inaugura il sodalizio del polistrumentista con Mute Records. Bolognese naturalizzato statunitense, oltre a dedicarsi alle pregevoli architetture elettroniche che portano la sua firma lui è uno che passa con disinvoltura dai palchi in cui affianca Trent Reznor a quelli di Jovanotti. Direi che più resilienti di così non si può.

SEGUICI

www.rockambula.com • Facebook • Instagram • Twitter • Spotify

Last modified: 13 Settembre 2019