William Basinski Tag Archive

Torna il Manifesto Fest, dal 21 al 23 marzo a Roma

Written by Eventi

Tutte le info sull’edizione 2019 del festival romano dedicato alla musica elettronica e alle sperimentazioni.
Continue Reading

Read More

‘Chi suona stasera?’ – Guida alla musica live di ottobre 2018

Written by Eventi

William Basinski, Wire, Low, Ólafur Arnalds, Peter Broderick & Stargaze… Tutti i live da non perdere questo mese secondo Rockambula.

Continue Reading

Read More

10 SONGS A WEEK #29.01.2018 | speciale Primavera Sound

Written by Eventi, Playlist

William Basinski @ Superbudda, Torino, 12/04/2016 [PHOTO REPORT]

Written by Live Report

Il compositore sperimentale statunitense William Basinski sta in questi giorni presentando in Italia la sua nuova composizione A Shadow In Time, requiem in memoria di David Bowie. Il Superbudda di Torino ha avuto l’onore di ospitare la prima data di questo breve tour il 12 Aprile.
La serata Ambient Drone è stata aperta dal set del bravissimo Paul Beauchamp che ha preparato il pubblico presente in sala al live dell’artista texano. L’autore delle celebri Disntegration Loops ha poi avvolto la gremita sala con la sua ultima composizione, un’elegia che si evolve lentamente e col passare del tempo si fa sempre più magnetica fino al doloroso, ma estremamente dolce, finale.
Una contemplativa composizione di cinquanta minuti per descrivere l’ombra lasciata nel tempo da una stella già di per sé nera. Basinski sarà nel nostro paese ancora per qualche giorno, chi può non se lo perda.

P1050795 (640x361) P1050783 (640x361) P1050785 (640x239) P1050786 (348x640) P1050789 (340x640)P1050788 (640x361)

Read More

Chi Suona Stasera – Mini guida alla musica live | Aprile 2016

Written by Eventi

“Chi suona stasera?”. Sarà capitato ad ogni appassionato di musica live di rivolgere ad un amico o ricevere dallo stesso questa domanda. Eh già, chi suona stasera? Cosa c’è in giro? Se avete le idee poco chiare sugli eventi da non perdere non vi preoccupate, potete dare un’occhiata alla nostra mini guida. Sappiamo bene che non è una guida esaustiva, e che tanti concerti mancano all’appello. Ma quelli che vi abbiamo segnalato, secondo noi, potrebbero davvero farvi tornare a casa con quella sensazione di appagamento, soddisfazione e armonia col cosmo che si ha dopo un bel live. Ovviamente ci troverete dei nomi consolidati del panorama musicale italiano ed internazionale, ma anche tanti nomi di artisti emergenti che vale la pena seguire e supportare. Avete ancora qualche dubbio? Provate. Non dovete fare altro che esserci. Per tutto il resto, come sempre, ci penserà la musica.

GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO
1/04@Tender Club, Firenze
8/04@I Candelai, Palermo
9/04@Retronouveau, Messina
10/04@Cafè Retrò, Lamezia Terme (CZ)
14/04@Serraglio, Milano
16/04@The Cage, Livorno
21/04@Officine Corsare, Torino
22/04@Druso, Ranica (BG)
28/04@Ribalta, Vignola (MO)
29/04@Monk Club, Roma
Fedelissimo alla linea il rojo sarà in tour per promuovere il nuovo Perle per Porci,disco di ricercatissime cover
[ASCOLTA]

STEVE WYNN 
3/04@Spazio MAVV, Vittorio Veneto (TV)
4/04@Freakout, Bologna
5/04@Freedom Book and Music Bar, Bellizzi (SA)
6/04@Godot Art Bistrot, Avellino
7/04@Teatro Rossetti, Vasto (CH)
8/04@Sidro Live Club, Savigliano sul Rubicone (FC)
9/04@Ex Cinema Aurora, Livorno
10/04@Lo-Fi, Milano
11/04@Bookique, Trento
12/04@Tempio di san Giovanni Battista, San Gemini (TR)
13/04@Arci Progresso, Firenze
Una delle voci e delle chitarre made in U.S.A. più prestigiose sin dagli anni 80 coi suoi Dream Syndicate in un lungo tour italiano
[ASCOLTA]

PAOLO SPACCAMONTI
12/04@El Chupito Bar, Perugia
13/04@Dal Verme, Roma
14/04@Sound Music Club, Frattamaggiore (NA)
15/04@Godot Art Bistrot, Avellino
16/04@C.S.A. Depistaggio, Benevento
17/04@Respirare Sinapsi, Oppido Lucano (PZ)
21/04@Dong, Recanati (MC)
28/04@Red Noise, Reggio Emilia
Le sperimentazioni del bravo chitarrista torinese e del suo acclamato Rumors uscito lo scorso anno in giro per il Bel Paese
[ASCOLTA]

SONS OF REVOLUTION 
2/04@Garbage Live Club, Pratola Peligna (AQ)
I Figli della Rivoluzione arrivano da Teramo ed esporteranno il loro sound in nuove mete abruzzesi
[ASCOLTA]

ESERCIZI BASE PER LE CINQUE DITA
9/04@Garbage Live Club, Pratola Peligna (AQ)
Dietro un nome così insolito si nasconde in realtà un solo soggetto, Giovanni Spaziani, autore del recente Disboscamenti
[ASCOLTA]

L’OFFICINA DELLA CAMOMILLA
8/04@La Claque, Genova
9/04@100dieci, Perugia
14/04@Teatro Quirinetta, Roma
15/04@Smav, Santa Maria a Vico (CE)
16/04@I Candelai, Palermo
23/04@Circolo Magnolia, Segrate (MI)
24/04@Deposito, Pordenone
30/04@The Cage, Livorno
Francesco De Leo parte col tour del suo recentissimo Palazzina Liberty e con le sue inedite sonorità
[ASCOLTA]

THE CHAMALEONS
6/04@Arci Zone K, Ferrara
7/04@Urban Live Music Club, Perugia
8/04@Traffic Club, Roma
9/04@App Colombofili, Parma (con The Danse Society)
10/04@Padiglione 14, Collegno (TO)
La band Post-Punk Darkwave inglese autrice nell’83 del mitico Script of the Bridge torna in tour nel nostro Paese
[ASCOLTA]

FUZZ ORCHESTRA 
1/04@Dong, Recanati (MC)
2/04@Benicio, Giavera del Montello (PD)
3/04@Freakout Club, Bologna
8/04@Karemaski Multi Art Lab, Arezzo
9/04@Arcipelago, Cremona
10/04@ARCI Bolognesi, Ferrara
15/04@Circolo Libero Pensiero, Lecco
16/04@Blah Blah, Torino
22/04@Viaroma 17, Vicenza
23/04@Wave, Misano Adriatico (RN)
29/04@Astro Club, Pordenone
Altro tour con nuova uscita, questa volta per la Fuzz Orchestra ed il suo Uccideteli Tutti! Dio Riconoscerà i Suoi
[ASCOLTA]

MICAH P. HINSON
10/04@Circolo Magnolia, Milano
11/04@Cinema Massimo, Torino
12/04@Bronson, Ravenna
13/04@Monk Club, Roma 14 Zut!, Foligno (PG)
15/04@Spazio Aereo, Venezia
Lo Storyteller di Memphis in concerto con la sua band per 6 date italiane
[ASCOLTA]

WILLIAM BASINSKI
12/04@Superbudda, Torino
13/04@Sala dei Giganti di Palazzo Liviano, Padova
15/04@Ex Dogana, Roma
16/04@Sala Vanni, Firenze
17/04@Santeria Social Club, Milano
Appuntamento assolutamente imperdibile con il grande compositore sperimentale statunitense che presenterà la sua nuova composizione A Shadow in Time, requiem in memoria di David Bowie. Nelle date di Torino e Milano ad aprire per Basinski sarà Paul Beauchamp autore lo scorso anno dell’ottimo Pondfire
[ASCOLTA]

GANG OF FOUR
2/04@Spazio 211, Torino
Post Punk e New Wave ma dallo spirito Funk, autori dei mitici Entertainment e Solid Gold
[ASCOLTA]

THE NECKS
13/04@Teatro Nuovo, Salerno
Il trio australiano con il suo Impro Jazz Rock è sicuramente tra le cose più belle che la musica ci abbia regalato negli ultimi trent’anni, imperdibili
[ASCOLTA]

BOLOGNA VIOLENTA
1/04@Circolone, Legnano (MI)
2/04@House of Melancholia Fest, Savignano (FC)
15/04@No Cage, Prato
16/04@Onda Sonora, Angri (SA)
17/04@Mat, Terlizzi (BA)
18/04@Scumm, Pescara
22/04@Fabrik, Cagliari
23/04@The Hor, Sassari
28/04@Zazzabar, Carpi (MO)
29/04@Spazio 211, Torino
30/04@Luca’s Bar, Tezze Sul Brenta (VI)
Comincia ad aprile il tour di Discordia, il primo full-length della nuova formazione Manzan/Vagnoni.
[ASCOLTA]

IL PUGILE
6/04@‪‎Diagonal‬, Forlì
16/04@Magazzino sul Po, Torino
23/04@The Family Circolo di Albizzate, Varese
29/04@Torino Jazz Festival, Torino
Il trio torinese è ancora impegnato con il tour di Round Zero, il round n.0 del loro percorso musicale.
[ASCOLTA]

MUGSTAR
8/04@Frame House, Verona
9/4@Arci Taun, Fidenza
10/4@Marac, Milano
12/4@Dal Verme, Roma
14/4@Magazzino Sul Po, Torino
La band inglese toccherà anche il suolo italiano nel tour europeo di Magnetic Seasons, il loro ultimo album
[ASCOLTA]

Read More

Marcus Fjellström – Epilogue M Ep

Written by Recensioni

Nato nel 1979 a Luleå, nella provincia di Norrbottens län in Svezia, il giovane artista e compositore ha presto intrapreso la difficile strada di una musica ineffabile e con notevoli difficoltà a far breccia nelle anime delle diverse tipologie di pubblico. Dall’esordio full lenght del 2005 di Exercises In Estrangement, album Electroacoustic il cui l’ultimo pezzo ha titolo italiano (“Campane Morti e Acqua Crescente”), passando per l’evoluzione Experimental e Dark Ambient di Gebrauchsmusik, fino alle conferme stilistiche e Modern Classical di Schattenspieler e gli eccessi di Library Music 1 (i cui diciotto brani non hanno un vero titolo e vanno da “LM-101” a “LM-118”) le sue realizzazioni sonore hanno affascinato sia per la commistione della parte orchestrale con quell’elettronica sia per la presenza di preziosismi visivi. Nonostante la sua musica si presenti come elaborata, complessa e strutturata, Marcus Fjellström, ora trasferitosi in Germania, non ha mai trovato il favore del pubblico italiano (più confacenti le scene nordeuropee e certamente l’ascolto vi aiuterà a capire perché) ma ora vuole provarci, sulla scia delle grandi sperimentazioni teutoniche che stanno interessando anche il pubblico nostrano (vedi Teho Teardo & Blixa Bargeld), pur non adattandosi al caldo clima mediterraneo ma sempre attraverso note fredde, taglienti, inquietanti e oscure.

La giovane età e lo scarso interesse della platea italiana non facciano però pensare a un artista inesperto e dal magro curriculum. Diverse sono le sue collaborazioni (Swedish Royal Ballet, Scottish Chamber Orchestra) intavolate dopo aver studiato composizione e orchestrazione presso la Scuola di Musica di Piteå e aver conseguito il diploma e svariate sono le opere audiovisive da lui realizzate. I sei pezzi di Epilogue M, comprovano tutta la saggezza di Marcus Fjellström e portano a compimento un processo di decostruzione e ricostruzione sonora tesa a unire gli opposti, elevando gli elementi più superficiali e popolari della musica elettronica e abbassando a un grado più accettabile dalle masse, quelli nobili e raffinati propri della musica classica. Una sorta di fusione, sempre in chiave Avantgarde e sperimentale, sulla scia dei maestri come György Ligeti e John Cage, tra classicismi moderni di Bernard Herrmann, Angelo Badalamenti e Zdeněk Liška e l’elettronica e l’IDM di Aphex Twin e Autechre.

Non è certo il capolavoro di una vita, né sarà il disco che farà da colonna sonora ai vostri giorni più felici; non è un traguardo originale visto che tanti hanno provato la stessa strada, da William Basinski a Jóhann Jóhannsson passando per tantissimi altri anche in ambito Soundtrack ma Epilogue M è comunque un’intelligente conferma per un artista ancora da scoprire. Chi di voi non ama ascoltare la musica classica nel vero senso del termine, quella di Bach, Mozart o Beethoven ma ha interesse a scoprirne il lato oscuro e sperimentale troverà in Marcus Fjellström un ottimo spunto.

Read More

Web Hosting