Afterhours Tag Archive

Corrado Nuccini e Xabier Iriondo, “La Passione di Giovanna D’Arco” @ Villa Medici, Roma | 03.10.2019

Written by #, Live Report

Un capolavoro del cinema muto sonorizzato dal vivo: le impressioni dalla prima data del tour.
Continue Reading

Read More

Lo Stato delle Cose – s/t (EP)

Written by Recensioni

Un film di Wim Wenders suonato dagli Smashing Pumpkins.
Continue Reading

Read More

An Evening with Manuel Agnelli, dal 30 marzo nei teatri

Written by Eventi

Un’occasione irripetibile per scoprire il lato artisticamente più intimo del frontman degli Afterhours.
Continue Reading

Read More

10 SONGS A WEEK | la settimana in dieci brani #01.12.2017

Written by Playlist

30 anni di Pura Gioia per gli Afterhours || ieri la presentazione nella sede di Universal a Milano

Written by Articoli

“Foto di Pura Gioia” Antologia 1987-2017, l’album che racconta 30 anni degli Afterhours

Written by Novità

“Gli Afterhours e Carmen Consoli negli anni, hanno percorso strade diverse ma parallele, hanno condiviso parte di un’esperienza musicale e una visione comune della musica. Era ora che finalmente si incontrassero sul piano comune della canzone d’autore.”

Continue Reading

Read More

Mauro Ermanno Giovanardi – La mia generazione

Written by Recensioni

‘Chi suona stasera?’ – Guida alla musica live di maggio 2017

Written by Eventi

Fine Before You Came, Sonic Jesus, Sleaford Mods… Tutti i live da non perdere questo mese secondo Rockambula.

Continue Reading

Read More

“I Giardini di Marzo – Lucio ’74” – Il tributo dei Lato B domenica a Milano

Written by Eventi

Un omaggio al grande musicista italiano che si tramuta in uno spettacolo lungo più di 2 ore.

Continue Reading

Read More

Marlene Kuntz – Onorate il Vile Tour @ Bliss, L’Aquila 02/02/2017 [LIVE & PHOTO REPORT]

Written by Live Report

Siamo al quarto appuntamento post sismico con i Marlene Kuntz, già presenti a L’Aquila nel 2011 per la Festa Democratica della Cultura, nel 2012 accompagnati dagli Afterhours in Piazza Duomo e nel 2014 nello stesso locale che li ha ospitati anche in questa occasione ma che all’epoca si chiamava Set. Ora, io sono spudoratamente di parte ma gli artisti che sono passati per “terremotopoli” li stimo un po’ di più. Va da sé pertanto che il mio affetto per Cristiano Godano e soci vada di pari passo con lo sballottamento di ormoni che mi provoca il suddetto, sebbene cominci ad avvicinarsi vertiginosamente all’età in cui gli uomini smetti di guardarli da quel punto di vista. Evidentemente non tutti la pensano allo stesso modo, pertanto la sala rimane piena a metà, colpevole anche la scelta di far cominciare un concerto alle 23 inoltrate di un giorno infrasettimanale. Aggiungiamo anche che sulla falsa riga dei Diaframma e del loro Siberia Reloaded Tour, anche i Marlene portano in viaggio Il Vile, secondo album della band datato 1996, pertanto, calcoli alla mano, quelli che oggi hanno 20 anni all’epoca non erano nemmeno nati, quelli sui 40 a quest’ora stanno a casa in pantofole a guardare qualche fiction di Rai Uno e pure le fashion blogger, una volta capito che non ci sarà “La Canzone che Scrivo per Te”, hanno boicottato l’evento per mancanza di hashtag da usare su Instagram.

Peggio per loro, perchè ai presenti viene offerto uno spettacolo ottimo. L’album è eseguito in toto, e magistralmente, e Godano a metà concerto è costretto a rubare una maglietta dal merch perché suda come una partoriente e si dimena nei ballettini usuali e nei movimenti con le mani che non capisci mai fino a che punto sia la versione maschile di Anna Oxa o di Dalida o quella femminile di Modugno. Su “Ape Regina” ho visto donne rimanere incinte per opera dello Spirito Godano. Nel complesso, una serata sentita e riuscita, e la menzione d’onore va ai ragazzi del Kimera Rock, già protagonisti della scorsa estate abruzzese con l’organizzazione dei concerti di L.A. Guns, Afterhours, The Darkness e Guè Pequeno. In chiusura, come se non si fosse già speso a sufficienza, Cristiano resta anche per il dj set de Le Indiesponenti, duo d’impronta rock genuinamente aquilano, che alla console alterna con scioltezza i brani dei Pulp a quelli di Fedez. Per dovere di cronaca dovrei citare anche i Luci Rosse Senza Porno, che hanno aperto le danze ma la serata era stata organizzata così bene che prevedeva la convenzione con un locale del centro, il Rockers, dove io più che Il Vile ho onorato Il Vino, quindi per giustificare il mancato commento a riguardo potrei tirare in ballo le antiche ostilità che vogliono aquilani e marsicani nemici atavici, ma in verità il problema è che non cessa di girare la mia testa in mezzo al mare.

IMG_3864 IMG_3877 IMG_3896 IMG_3943 IMG_3993 IMG_3997 IMG_4108 IMG_4132 IMG_4155IMG_4277 IMG_4288 IMG_4341 IMG_4380 IMG_4419 IMG_4463 IMG_4486 IMG_4509 IMG_4547

Read More

Top 30 Italia 2016 | la classifica di Maria Pia Diodati

Written by Articoli

10 SONGS A WEEK | la settimana in dieci brani #16.09.2016

Written by Playlist