Nuove etichette del XXI secolo: nasce Dirty Beach Records

Written by Articoli

La neonata label italiana si presenta con due album-manifesto targati Unruly Girls e 23 and Beyond the Infinite.

“Non è un posto fantastico dove stare”. Si definiscono così i ragazzi che hanno deciso, con un immenso coraggio, di mettere in piedi una piccola etichetta indipendente in questo nefasto 2020, in Italia. Lo spirito che li contraddistingue è l’apertura mentale propria delle piccole label, ancora in grado di apprezzare, premiare, stimolare e investire sul coraggio degli artisti e sulla loro indipendenza stilistica; quello cui tendono, è un suono che non ricalchi quanto già fatto, che non abbia paura di lasciarsi contaminare e, soprattutto, miri a farsi notare fuori dal proprio paesino, dalla propria regione, dalla propria patria.

“Lasciati contaminare”, dicono, e noi abbiamo raccolto l’invito che giriamo a voi con i primi due album prodotti, vecchia conoscenza del pubblico di Rockambula, che diventano inevitabile manifesto, per loro stessa natura, di tutta la Dirty Beach Records.

Unruly Girls – Epidemic

[ 21.04.2020 | elettronica ]

Il nuovo album del duo di Benevento composto da Luigi Limongelli e Luca Zotti (quest’ultimo unico a portare il progetto in giro per il mondo in chiave live) è un cocktail di aggressività versato in tredici tracce che spaziano tra elettronica, garage e synthpunk, con attenzione alle melodie quasi pop (non a caso il moniker è tratto da un testo di Morrisey).

A tre anni di distanza dall’esordio che già aveva convinto buona parte della critica, il nuovo album si presenta più consapevole, con viva attenzione alla parte ritmica degna dei più oscuri locali industrial del nord Europa, un convinto spirito garage punk, qualche incursione in territori pop funk e contaminazioni quasi burlesche (Chanson Massacre). Tutto questo avvolto in una patina dark suggerita anche dai titoli macabri di alcuni brani (Black Love, No Wonder You Want Me Dead, Death in April, Everyday A Dead Cat) e dalle liriche volutamente aperte a libere interpretazioni.

Tutto questo rende i paragoni con The Cure, col britpop, coi Depeche Mode, con chiunque, esercizio inutile perché la musica di Epidemic è tante cose e una cosa sola. Più consapevole, dicevamo, eppure ancora dall’aria precoce, come se si trattasse di talento esploso senza controllo; qualche canzone di troppo e alcuni brani strepitosi chiusi frettolosamente almeno in apparenza che con una certa attenzione in più avrebbero potuto alzare ulteriormente un livello già elevato. Serve anche questo, perché gli Unruly Girls sono sulla buona strada per essere tra i più grandi in Italia in grado di unire industrial spietato, elettronica tetra e farlo come se suonassero leggero electropop: per valicare i confini serve ancora uno sforzo in più. Intanto godiamoceli.

LINK

Facebook
Instagram

23 and Beyond the Infinite – Elevation to the Misery

[ 14.04.2020 | psych rock ]

Altra band di Benevento, è il quinto album in otto anni per i 23 and Beyond the Infinite, una sorta di poster ideale che racchiude tutto quanto fatto in precedenza, con uno stile più personale ma nello stesso tempo più ampio, che racchiude la totalità delle influenze e tutti i modi in cui queste sono state espresse nei trascorsi lavori. Tanta psichedelia, una voluta e ricercata crudezza nel suono registrato a nastro in presa diretta – scelta, questa, condivisibile per certi versi e discutibile per altri.

Non c’è alcuna rivoluzione nel sound ma stavolta non c’è bisogno di criticare l’abuso di “richiami” ad altri ben più famosi paladini della scena psych. Tra le derive e i controtempi accennati e non definiti quasi math, la violenza garage, il rumore, la melodia, i ritmi anni 80, la surf music, in tutto questo troviamo semplicemente loro, quello che sono stati, quello che sono e probabilmente quello che saranno. Ultima volta che mi trovai a recensirli dovetti parlare dell’insoddisfazione di un viaggio di sola andata verso il passato. Stavolta non posso che esaltare il racconto allucinato, rimbombante e duro di un’intera vita artistica consacrata alla musica.

LINK

Facebook
Bandcamp

SEGUICI

Web • Facebook • Instagram • Twitter • Spotify

Last modified: 3 Maggio 2020

Web Hosting