Calavera – Che cosa siamo diventati? EP

Written by Recensioni

“Quando rinunci a tutto, cosa ti resta?”

[ 18.05.2019 | Labellascheggia | cantautorato, pop ]

Calavera è il progetto solista di Valerio Vittoria, classe 1982, chitarrista dal solido percorso nella scena indie siciliana, che l’ha portato a suonare con Colapesce, Alessandro Fiori, Alì, Froben e Paolo Mei & il Circo d’Ombre.

Che cosa siamo diventati? è un EP composto da cinque brani, che segue il suo primo album, Funerali alle Hawaii (2016). Prodotto e suonato dallo stesso Valerio con l’aiuto di Manuel Volpe al basso e di Simone Pozzi alla batteria, con i cori di Caterina Accorsi e il sax e il flauto suonati da Dario Terzuolo.

Con un suono indie pop molto sofisticato, fin dal titolo, Che cosa siamo diventati? rappresenta una riflessione agrodolce e quanto mai necessaria sull’attuale situazione di generale depressione. L’attenzione si sposta però ben presto dal contesto a una sorta di neo riflusso nel privato, come in Che cosa sono diventato (“che cosa sono diventato? che cosa siamo diventati? / la mia misantropia non è una malattia”): ci si rifugia nell’Io per sfuggire al resto, che non ci piace.

Ne Le cose più piccole l’introspezione e il ricordo personale sono ancora più marcati, in un’atmosfera à la Battisti (“sono le cose più piccole quelle che non ci toglieranno mai / quando passo i giorni a cercare di capirmi, a volte mi capisco un po’ “). La bocca è uno scrigno inviolato è la ballad melodica, mentre La prima neve non sfigurerebbe tra le (infinite) b-sides di OK Computer dei Radiohead.

Una segnalazione particolare per Occhi aperti, romantica e suadente, “rubata” a Colapesce; e mentre anche i cori trovano il giusto respiro, ci si ritrova a sussurrare…..”Quando rinunci a tutto, cosa ti resta …. se non l’amore?”.

LINK

Facebook
Spotify

Last modified: 14 Giugno 2019

Web Hosting