Babel Fish – Follow Me When I Leave [STREAMING + RECENSIONE]

Written by Anteprime, Recensioni

Follow Me When I Leave è il nuovo EP dei Babel Fish, in uscita venerdì prossimo 2 marzo per Tempura Dischi.

Cover frontQuattro tracce dai confini sonori ben delineati per il primo lavoro in studio vero e proprio di questo quartetto all’attivo dal 2015, un EP di debutto preceduto solo da una demo omonima uscita l’anno successivo alla formazione della band. La line up dei modenesi Babel Fish vede Giordano Calvanese alla batteria, Gabriele Manzini alla chitarra e alla voce, Matteo Vezzelli al basso e Edoardo Zagni alla chitarra, dalla pianura padana ma con lo sguardo rivolto oltre i confini nazionali, verso il Post Rock di formazioni d’oltreoceano come Explosions in the Sky65daysofstatic. “Morning Birds” sfoggia da subito un impasto denso che vede protagoniste le chitarre e rivela nitida la propensione ai crescendo marziali di questo Follow Me When I Leave, ma già nella successiva “TDG” si scorgono anche echi di pregevole Alt Rock italico, come quello dei Klimt 1918, nelle linee vocali che scorrono languide verso l’irruenza di una coda strumentale di distorsioni, sempre affascinantemente indecise se farsi matasse o sferzate. La tensione delle due chitarre a rincorrersi sulla sezione ritmica incisiva di “Veins” è eloquente come solo il buon Rock strumentale sa essere, ma anche la spessa melodia riverberata della title track che innalza muri di suono sui sussurri di Manzini, figlia della tradizione Shoegaze à la Slowdive, ci parla del fascino di un universo sonoro che dagli anni ’90 ad oggi non si è mai sopito, a cui i Babel Fish hanno tutte le carte in regola per contribuire in maniera significativa.

Contatti
babelfish.officialband@gmail.com
Facebook

Soundcloud
Youtube

Ascolta l’EP qui!

Last modified: 15 Marzo 2019

Web Hosting