Antonello Recanatini Tag Archive

Musica italiana per anime inquiete

Written by Recensioni

Dal country folk all’art rock passando per una compilation per le vittime del COVID-19.
Continue Reading

Read More

Recensioni | agosto 2014

Written by Recensioni

1116679926

St. Vincent – St. Vincent (Art Pop 2014) Voto 7/10

Per una delle più chiacchierate artiste dell’anno, l’album omonimo è una degna conferma dopo il bellissimo Strange Mercy di tre anni orsono.

Cara – Cara (Alt Rock 2014) Voto 6,5/10

Da qui riesco a sentire gli Animal Kingdom, solo un po’ più Rock. Cara è il nome e personalmente, credo proprio che lo comprerò

Ice Scream – The Flow (Alternative 2014) Voto 6/10

Da Reggio Calabria, si ispirano alla scena Alternative britannica dei 90 ma senza particolari guizzi. Un bel tiro, ma l’originalità latita, ed è una mancanza che si fa sentire.

Xiu Xiu – Angel Guts: Red Classroom (Avant Rock 2014) Voto 6/10

Ennesima mutazione per la creatura di Jamie Stewart lontana dai fasti di inizio millennio ma sempre carica di idee e spinta emotiva

Cibo – Incredibile (Grindcore, Stoner, Punk Demenziale 2014) Voto 6/10

Punk nostrano Lo Fi che del nonsense fa la propria bandiera. Godetene senza prenderli troppo sul serio, loro non lo vogliono affatto. E se riuscite a guardare la copertina di Incredibile senza ridere vi do dieci euri.

Konrad – Carenza di Logica (Cantautorato, Folk Pop 2014) Voto 5/10

Per l’esperto artista pugliese, il concept su mare e amore tutto basato su testi in italiano chiari e poetici e sonorità Folk al sapore di Sud segna l’esordio solista. Nella sostanza le idee latitano.

Inside the Hole – Impressions (Hard Rock 2014) Voto 5/10

Un disco noioso, sprecato nel voler rifarsi sempre agli stessi paradigmi Hard Rock che ormai hanno esaurito ogni briciola di forza propulsiva. Da amanti patologici del genere.

Arizona Dogs – Ossessioni Gratuite (Garage Rock 2014)  Voto 5,5/10

“Mele Marce”, singolo dal sound catchy e fruibile, prova a trainare un album che indeciso tra il cantato in italiano o in inglese finisce per perdere un paio di buone occasioni.

Ugostigliz – Ugostigliz (Blues Rock, Funky, Alt Rock 2014) Voto 5,5/10

Bravi senza ombra di dubbio, I giovani bresciani propongono una miscela di Blues e Funky orecchiabile e allegra che difetta soprattutto per originalità e sotto l’aspetto vocale (testi inclusi).

Antonello Recanatini – Abruzzo Invented Punk (Lo-Fi, Folk 2014) Voto 4/10

Quarto album e Cantautorato discreto nelle liriche quanto preoccupante per timbrica e pronuncia anglosassone; senza troppe pretese difficilmente potrà sfondare le barriere regionali.

Autoblastingdog – Batracomiomachia (Grindcore, Brutal Punk 2014) Voto 4/10

Undici tracce spacca timpani quasi indistinguibili tra loro, in un growl continuo che rende vani i dichiarati intenti cantautorali. Che tradotto significa: non si capisce un cazzo.

Wendy?! – Notebook (Alternative Rock 2014) Voto 3/10

Miscela di Hard Rock e Post Punk con il più classico Alt Rock che parte dagli anni Settanta, Notebook finisce per mettermi in una condizione di imbarazzo inquietante. A partire dalla pronuncia inglese devastante, tutto è fatto nel peggiore dei modi.

Read More

Web Hosting