Bury My Innocence Tag Archive

Recensioni #06.2017 – Astrïd & Rachel Grimes / Nudist / Qudreta / The Star Pillow

Written by Recensioni

Nudist + Origod @ Blah Blah, Torino, 13/01/2017 [SHORT LIVE & PHOTO REPORT]

Written by Live Report

Venerdì scorso il Blah Blah di Torino ha ospitato, direttamente dalla Capitale del Male Firenze, i Nudist, band che propone un Post-Metal ricchissimo di ispirazioni (tanto da diventar molto altro e far stare un po’ stretta l’etichetta) che con l’ottimo See the Light Beyond the Spiral, uscito nel Marzo del 2015, aveva fatto parlare molto bene di sé.
A fare gli onori di casa, salendo per primi sul palco, sono stati gli Origod. Entrambe le formazioni hanno presentato i loro futuri dischi, in uscita nei prossimi mesi. P1110434P1110596vlcsnap-0163-01-16-19h23m24s310
La band torinese formata da Vincenzo Circosta (voce), Dario Chiadini (chitarra), Luciano Chertan Cotta (batteria) e Marco Miglietti (basso), ha offerto un energico e coinvolgente spettacolo di matrice Hardcore-Metal capace però di spaziare verso atmosfere più tipicamente Hard Rock. vlcsnap-8964-02-09-19h23m08s625vlcsnap-7216-06-08-12h27m50s421P1110438
Forse a scaricare, forse a nutrire, una tensione mantenuta sempre su buonissimi livelli, Luciano Cotta alla conclusione dei brani ha spesso picchiato ancor più duro sul suo strumento o liberato urla con un’espressione del volto ardente e ricca di passione per la musica proposta. I 4 ragazzi hanno dimostrato un grande affiatamento ed il loro live centrato sui brani di Solitude in Time and Space, disco che sarà pubblicato a breve, è volato via molto piacevolmente caricando l’ambiente della giusta energia per il set della formazione toscana.vlcsnap-7735-03-15-22h23m58s757P1110589vlcsnap-5281-02-18-06h10m07s429
I Nudist, per l’occasione presentatisi in trio col solo Francesco Caprotti alla batteria, oltre che Gabriele Fabbri alla chitarra (chiaramente una Nude) e Lorenzo Picchi al basso ed alla voce, sono saliti sul palco pochi minuti dopo la fine del set degli Origod ed hanno presentato Bury My Innocence, lavoro che vedrà la luce il prossimo 20 Marzo grazie alla produzione di Argonauta Records, Dio Drone ed una serie di altre labelsvlcsnap-3251-04-05-19h26m36s859P1110631 P1110622
Il trio toscano ha offerto una coinvolgente ed intensa miscela di sonorità. La tostissima sezione ritmica, coi suoi numerosi cambi di tempo e la sua precisione, ha dimostrato una consistenza ed una qualità molto elevate, ma la vera protagonista della serata è stata la chitarra di Gabo, principale artefice dei movimenti sonori della band. Le sue incursioni in territori ora più psichedelici, ora più Stoner, ora più Doom, suonano naturalissime e grazie all’ottimo lavoro di France e Lore risultano sempre capaci di mantenere una certa inquietudine di fondo.
vlcsnap-8907-01-16-05h58m38s123vlcsnap-9154-08-02-13h59m00s221vlcsnap-2041-11-10-15h41m23s912
La proposta della band è anarchica e complessa ma ha l’abilità di arrivare semplice, oltre che parecchio gustosa e impattante. Per quanto visto e sentito durante questo live credo sia dunque ipotizzabile immaginare si dirà un gran bene anche del prossimo lavoro di questa solida formazione fiorentina. Una sensazione ben più che personale vista l’ottima risposta del pubblico presente. P1110623vlcsnap-4664-08-24-16h31m54s138

Read More

Web Hosting