2 Tag Archive

Dieci dischi da PAURA per un Halloween più nero che mai!

Written by Articoli

Più pesanti di una morte in famiglia.

Continue Reading

Read More

Mac De Marco a Milano

Written by Senza categoria

Mac DeMarco, giovanissimo artista di Montreal, Canada, reduce dal successo del suo primo full lenght, 2, arriva in Italia per una data milanese per presentare il secondo album Salad Days, uscito per Captured Tracks/Goodfellas ad inizio 2014, e conferma definitiva del suo talento.

30 NOVEMBRE 2014 – MILANO – CIRCOLO MAGNOLIA
ingresso: 15 euro + tessera Arci
Inizio concerti: 21,00

Read More

Dr. Irdi – 2

Written by Recensioni

Chi è (o cos’è) questo fantomatico Dr. Irdi? Un pazzo, un visionario (o un collettivo di pazzi, o visionari)? Cosa significherà mai quella copertina kitsch giallo vomitino (o almeno credo sia gialla, sono leggermente daltonico)? È lui, è sua, quella faccia posterizzata? Ma soprattutto, Dr. Irdi ci è o ci fa?

Ironico fin dal titolo, 2 è il primo, breve prodotto di questa realtà DIY, che si sussurra stia nel frattempo già producendo un full-lenght. La partenza (“Intro”), Elettronica Minimale e casereccia con qualche drone di fondo e campioni di Spoken Word, pare introdurre un certo tipo di lavoro, ma poi arriva “Hollywood”, seconda traccia, a spiazzarci completamente: un’apertura di chitarra decisamente Lo-Fi e un sapore più Rock, voci strascicate accompagnate da un’elettronica elementare ma parecchio orecchiabile. Segue “Tu”, e prosegue il mood sussurrato e confuso del disco: voci sempre più impastate, melodie accennate da synth lontani, basso e ritmiche semplici ma efficaci. Dr. Irdi è sempre più ineffabile: “Armageddon” parte come un canto monastico e poi scivola in una canzone allo stesso tempo ariosa e malinconica – inspiegabilmente – con un lento ritmo in levare e un testo che si indovina in italiano (la voce è sempre bella distante, parte della scena più che protagonista). La chiusura dell’EP viene affidata ad “Iceberg” e al suo piano dolcemente inquietante, dal riff killer, una sorta di “Mad World” (quella rifatta da Gary Jules, intendiamoci) ma con più eroina, per non parlare di quella chitarra sottile e vibrante che si appoggia e si indovina qua e là nella pasta sonora che riempie il brano (e là dentro, ad un certo punto, entra un basso: emozionante).

Dopo aver sbirciato il mondo onirico, nebbioso, folle del Dr. Irdi, le domande che mi ponevo all’inizio non hanno avuto risposta, ma, anzi, si sono presto moltiplicate: che cazzo fa il Dr. Irdi? È Elettronica? È Ambient? È un Desert Rock molto poco suonato del XXI secolo fatto in un parcheggio di un centro commerciale brianzolo invece che nel Palm Desert?
Direi che la chiave per decifrare la proposta enigmatica di 2 sia proprio questa: idee interessanti, mood, in alcuni casi, ineccepibile (“Iceberg”); manca però l’identità, manca il fine, lo scopo, manca il taglio, il punto. Lungi da noi desiderare ad ogni costo un’etichetta sulle cose (anzi): si tratta solo di affilare la lama e di sapere (o volere?) colpire nel punto giusto. Aspettiamo il disco nuovo del Dr. Irdi e speriamo che non si chiami 1.

Read More

Il Video della Settimana: Naga – 1,2, Me

Written by Senza categoria

“Tre strumenti e una voce, i NaGa presentano il loro Rock fatto di melodie articolate, arrangiamenti che alternano potenza e delicatezza, chitarre distorte, batterie robuste, bassi psichedelici ma soprattutto una voce che emerge dal muro di suono con una forza inaspettata. Cantano in italiano e nel loro sound le influenze sono molteplici: Alternative Rock, Psichedelica, Pop e qualche venatura Noise. Quelle dei NaGa sono canzoni immediate che alternano umori differenti, come differenti sono gli stati d’animo della vita urbana negli anni 10. Musica che si gioca sulla tensione e il rilascio, come un’inevitabile inquietudine alla quale seguono altrettanto inevitabili momenti di calma, come a ripensare a tutto. I NaGa si distinguono soprattutto per le loro performance live di grande impatto sonoro.”
Nati nel 2010 i NaGa sono: Lela Cortesi – Voce, Claudio Flaminio – chitarra&rumori, Marco Parano – batteria e Joe Cresseri – basso&groove.

Il video scelto per questa settimana è “1,2, Me” che è il secondo singolo tratto da Voglie Diverse. La clip che potete vedere di seguito e in home per tutta la settimana è diretta da Alessandro Pinferetti presso la Carrozzeria Jolly snc di Cesano Maderno (MB).

Sito Ufficiale

Read More

AltrocheSanRemo Volume 2: si parte!

Written by Senza categoria

Ha finalmente inizio la seconda edizione di AltrocheSanRemo.
AltrocheSanRemo Volume 2.
Vi ricordiamo che la votazione non avverrà sul sito, dove invece potrete ascoltare i brani, ma sulla nostra pagina Facebook.
Dunque non vi resta che cliccare play in home, andare sulla nostra pagina e votare il vostro pezzo preferito nel sondaggio che troverete nella parte alta della bacheca. La votazione cesserà il 14 Aprile 2013 alle ore 21:00. Il vincitore avrà il nostro banner a disposizione per 30 giorni, pezzi in ascolto in home, recensione e/o intervista e promozione. Vi ricordo che potrete modificare in qualunque momento il vostro voto.

Di seguito trovate una brevissima presentazione degli artisti partecipanti.

Gecofish – Giovanissima band di Cantù che spazia tra Pop, Rock e Grunge. Un solo full lenght all’attivo ma tanto sudore da palco.

The Strange Situation – Da Parma, una miscela di carica Rock e delicatezza tipica del Pop italiano.

Maneggiare Con Cura – Sonorità post metalliche e cantato in italiano. Un matrimonio sorprendente da Lucca.

Consenso – Duo milanese che cerca il Pop attraverso la strada degli artifici elettronici.

Iacopo Fedi & Tha Family Bones – Band marchigiana dal sapore Blues stagionato ma sempre invitante.

Alley – Quintetto di Asola (Mantova) che propone rock alternativo dalle mille sfaccettature.

Eugenio Rodondi – Cantautore dalla voce sorprendente che vi ricorderà la magia di Faber.

Psycho Frog – Da Mola di Bari, uno tsunami Garage, Psychedelic, Wild Teen Punk ’60, Blues e Proto-Beat.

Droning Maud – Post Rock pregevole e trasudante magia.

The Old School – Blues e Rock’n Roll, da ballare, cantare e sudare.

Non vi resta che ascoltare, andare sulla pagina Facebook e votare.
Alle band, in bocca al lupo.

Read More

Web Hosting