Geolier – Il coraggio dei bambini

Written by Recensioni

Rap napoletano che suona come un’altra ora sprecata della nostra fugace vita.
[ 06.01.2023 | Columbia | pop rap, trap ]

Non so se siano i produttori cinematografici a essersi fatti più stronzi, se siano i tempi più propensi al catastrofismo, o se invece siamo noi che ormai abbiamo perso fiducia nel futuro. Fatto sta che ho come l’impressione che stiano aumentando film e serie TV che pare vogliano farci riflettere sulla fugacità della vita e sulla necessità di vivere al massimo il presente.

E più riflettiamo sul tema, più facciamo storie con frasette fighe sull’argomento e più dimostriamo nella pratica di non aver capito un cazzo, continuando a poltrire su divani, davanti a serie TV inutili, aspettando che il tempo scorra mestamente traghettandoci a ferragosto verso un fugace momento di felicità spesso solo apparente. E soprattutto bruciando preziose ore della nostra vita dietro a dischi che definire brutti sarebbe riduttivo, album che non faranno altro che rendere peggiore la vostra esistenza quando avreste potuto usare quel tempo per rendervi persone migliori.

***

Geolier usa la lingua napoletana per mettere insieme un compendio di banalità sui soliti temi del “vengo dal basso”, riuscendo a rendere il linguaggio partenopeo più indigesto di quanto già non mi fosse, visto l’abuso che se ne fa ultimamente e finendo per pareggiare in mediocrità anche i beat svogliati. Dopo i tanti feat erano in molti ad aspettarsi un disco promettente ma, pur se palesando Il coraggio dei bambini un enorme passo avanti rispetto al full length di esordio (pensa tu), l’impressione è che le basi monotone non facciano altro che indirizzare Emanuele Palumbo nel pantano già detto sopra lasciandoci tra le mani un disco che non capiamo bene a chi dovrebbe arrivare o piacere.

L’impostazione più old school dell’album, alcuni pochissimi beat come in I Am o liriche quali il featuring con Sfera Ebbasta, la tecnica pura mostrata con efficacia solo nei pezzi d’apertura (rovinata dalla parte musicale) sono alcune delle cose che mi sento di salvare di un disco che ha tutta l’aria di essere un’altra ora sprecata della nostra fugace vita mentre tutti intorno sembrano volerci ricordare di non sprecare neanche un secondo.

LINK

Instagram
Spotify

SEGUICI

Web • Facebook • Instagram • Twitter • Spotify

Last modified: 17 Gennaio 2023

Web Hosting