Kraut Rock Tag Archive

10 SONGS A WEEK | la settimana in dieci brani #11.11.2016

Written by Playlist

La Band Della Settimana: Inutili (VM 18)

Written by Novità

La cosa più importante da sapere degli INUTILI è che hanno fatto un disco per la leggendaria Goodbye Boozy Records. Il resto è un insieme di coincidenze. Kraut Rock, Low Fi e Psychedelia più o meno violenta sembrano essere il risultato delle lunghissime session incise rigorosamente ad altissimi volumi. Le prime registrazioni risalgono al 2012, con le stesse vengono per gioco pubblicati dei video decisamente approssimativi che vengono però notati da un’etichetta californiana la Bat Shit Records, che non esita a contattare la band. A marzo 2013 esce il debutto rigorosamente su vinile grazie alla collaborazione tra Bat Shit e Goodbye Boozy. L’Ep, sold-out nel giro di pochi giorni, riscuote giudizi positivi ovunque, finanche in Giappone. A questo seguirà a breve un full lenght sempre per la Bat Shit. Attualmente è in fase di programmazione un tour europeo.

[CONTATTI BAND]

Mail: band.of.inutili@gmail.com

Blog

Goodbye Boozy Records FB

Vietato ai minori di 18 anni


INUTILI - Satori powered by YouPorn.

Read More

Lush Rimbaud / zZz – The V’ll Series # 1 BOPS

Written by Novità

Per chi pensa che ormai i dischi non si stampano più, il primo split facente parte della collana V’ll Series è l’eccezione che si spera non confermi la regola. Si, perché purché in edizione limitata (300 copie), la Scratch Records ha deciso di pubblicare il disco sul caro e vecchio vinile con tanto di copertina serigrafata. Quattro brani e due band completamente diverse: il post punk-kraut degli italiani Lush Rimbaud e l’elettrowave degli olandesi zZz. Iniziando dal lato A e quindi dai nostrani Lush Rimbaud, le tracce “A Finger Composition e “The Freak Dream” sono un trip all’indietro verso un tempo dove le lancette non debbano per forza scorrere veloci e non ci sia bisogno di sapere il vero nome dei luoghi. A farla da padrone sono le intense sensazioni cupe e profonde che ormai oggi non trovano più uno spazio, in quanto sovrastate da una realtà apatica che condanna la gente ad una folle frenesia isterica. Il lato B, risuona invece atmosfere completamente diverse, ed il duo zZz ci propone la spensierata “Alone, dal testo romantico ed un arrangiamento di organi, synth e fisarmoniche troppo simpatico. Un po’ Elvis, un po’ vacanza sulla spiaggia. Con “Pretty si sprigiona invece tutto l’animo elettronico dei due olandesi, e la classica combo cassa dritta e sintetizzatori prepotenti ritorna a farsi sentire, in un brano che prende ispirazione dalle notti brave di piccoli mostri intenti a ballare per tutta la notte.
In conclusione, V’ll Series # 1 è uno split spaccato in due, tra psichedelia e modernità, ma con una cosa in comune: una voce proveniente dal passato.

Read More