Fast Listening | recensioni brevi per ascolti intensi #16.2017

Hawaii Zombies – Hawaii Zombies [ 2017 | Uma Records | Bubblegum Pop ] Non c’è nulla di particolarmente stupefacente nell’EP d’esordio dei milanesi eppure, fin dal primo ascolto, ho avuto l’impressione di aspettare qualcosa del genere da troppo tempo. Hawaii Zombies è …
Continua a leggere »

Pubblicato in Articoli - Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

FAST LISTENING 01/11/2015

Max Richter – Sleep   (Modern Classical, Post Minimalist, 2015) 7,5/10 Capolavoro totale per il compositore britannico (lo trovate qui) che confeziona un’opera titanica la quale, anche per la durata che supera le otto ore, vuole essere realizzazione perfetta da assimilarsi …
Continua a leggere »

Pubblicato in Articoli - Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Showstar – Showstar

Il quarto album omonimo (che ipotizzo possa essere presto rinominato Sorry no Image Available, causa copertina, come accaduto per il self titled dei Kyuss) traccia il vero punto di non ritorno per la band belga, ormai attiva dal 1996 e …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , , , , ,

Le Ceneri e i Monomi – La Sciarpa

Bologna, classe 1995. Irene Cassarini (voce, chitarra), Luca Jacoboni (voce, tastiere), Andrea Turone (basso, cori) e Nicolò Formenti (batteria) portano alla luce un progetto decisamente interessante, celato dietro un nome altrettanto interessante: Le Ceneri e i Monomi. Appena diciannovenni, danno …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , ,

Aa. Vv. – Happy Birthday Grace! (Disco del Mese)

Ci sono album e musicisti che la bravura e il destino hanno reso immortali, imprimendoli nella memoria e nell’immaginario di molti. Jeff Buckley è sicuramente uno di loro, una vera meteora che ha illuminato per troppo poco la scena musicale …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Io?Drama – Non Resta che Perdersi

Che indifferenza fa una vita in più? quello che abita al piano di sopra di Fabrizio Pollio, la voce, che ha la madre fatta di Lexotan e suona il violino, non è Vito Gatto, estroso, gran segaiolo delle crini di …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , ,

Maximo Park – Too Much Information

Classico mix tra chitarra distorta VS. riff di note a tratti quasi Country, batteria dritta, synth, ed un senso di spensieratezza: questo è il sound che apre il quinto lavoro degli ormai consolidati Maximo Park. Certo, “Give, Get, Take” suona …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , ,

Stumbleine feat Violet Skies – Dissolver

Solo qualche mese orsono vi ho parlato io stesso dell’Ep Chasing Honeybees, del duo Peter “Stumbleine” Cooper / Violet Skies muovendo tanti dubbi sia sul sound in sé sia sulla voce della nostra Violet ma anche rilevando gli aspetti positivi …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Two Fates – /tree

Chi crede che il Fato abbia a che fare con l’essere sottoposti a volontà ignote che appaiono casuali  quando in realtà non lo sono, ma guidano il susseguirsi degli eventi secondo un ordine non modificabile, sarà d’accordo con me che …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , ,

Peter Piek – Cut Out the Dying Stuff

Il poliedrico artista teutonico, polistrumentista, cantautore e pittore oltre che fondatore della comunità artistica del PPZK, nato Peter Piechaczyk a Karl Marx Stadt, oggi Chemnitz, trentatré anni orsono, ricompare con un nuovo prodotto disegnato sapientemente per elevare la sua sfavillante …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , , , , ,

Kyle – Space Animals

Secondo album, dopo This Is Water di due anni più vecchio, per Michele Alessi, l’unico membro che si dissimula dietro il nome di Kyle, già chitarra baritono dei Captain Quentin oltre che membro di Maisie e Distape. Ai più attenti …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , ,

Daughter – If You Leave

È pieno inverno nel disco d’esordio dei Daughter, uno di quegli inverni che arrivano all’improvviso a spaccare mani e labbra dal freddo, e che sembrano non volersene più andare. “Winter comes, winter crush all of the things that I once …
Continua a leggere »

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , ,



1999-2011 © ROCKAMBULA