Mariana – Vorrei dirti che

- Genere: cantautorato pop
- Etichetta: Autoproduzione 2012
- Voto: 4/5
- Data uscita recensione: 20 Agosto 2012
- Website: www.marianacacciaroibero.it

by Max Sannella

marianaciacca

Non è tutto finito come si crede, certo bisogna cercare di fino, rovistare fin dentro i meandri e le curve delle mila proposte musicali che fanno sedimento ovunque ci sia una opportunità – anche minima – di farsi ascoltare da qualcuno, e se resisti tenacemente alle voglie irrefrenabili di lasciare tutto al destino ecco che rimasugli di un sodalizio tra bellezza, melodia e bel canto ti si attaccano sulle mani e sugli orecchi come a dimostrarti che la tua ricerca non è andata vana, non è andata a fermarsi sul niente.

Mariana Ciaccia, in arte solamente Mariana, è una gran voce pop che è già garanzia di un bel sentire e “Vorrei dirti che” è la sua uscita ufficiale nel mondo  dei grandi ascolti, un Ep di quattro tracce che escono allo scoperto subito, non ti danno nemmeno il tempo sindacale di farsi degustare che già fanno parte del tuo scaffale personale, il tuo “campo volo” privato da usare per voli o perlustrazioni dentro e fuori i tuoi orizzonti intimi; fare la cantantessa del pop di un certo stampo, al dì d’ oggi è cosa ostica e pericolosissima tanto da rischiare di rimanere strozzata nei flussi di un fiume in piena che non conosce limiti e abbordaggi, ma l’artista goriziana ha quel quid in più, quell’asterisco chiaroscurale immaginativo che la mette in salvo e ne grassetta l’eclettismo mutante ad ogni cambio canzone, come un sussulto di grazia e vagamente contaminato.

Parlavamo di quattro canzoni che ne tratteggiano perfettamente la verve e l’inflessione imbronciata, quattro canzoni dalla caratterialità internazionale, già pronte per rampe di lancio in verticale, verso un alto domani, fuori dai gironi underground e travolgenti per delicatezze d’ascolto ben più dilatate; un Ep che stimola i sipari della fascinazione ad aprirsi e legarsi a melodie infinite “Vorrei dirti che”, abbandonarsi nei respiri ascendenti ventosi “Fairy tales”, farsi coccolare dietro un vetro rigato da una pioggia primaverile “Puoi tornare” o riflettere come un diamantino grezzo che non ha prezzo di lusso, ma quella stima di valore d’amore immenso che nessuno potrà mai rigare o quantomeno sfaccettare in uno dei tantissimi domani “Frammenti”.

Il rovistare premia davvero, ed un pezzetto di cielo lo possiamo mettere nel taschino dalla parte del cuore.

Be Rock, Share!

Altri posts:

Pubblicato in Recensioni - Tag:


Un commento a Mariana – Vorrei dirti che

  1. emanuela daris scrive:

    ed e’ proprio cosi’……………molti fanno i cantanti ma mariana lo e’……….. e non potrebbe fare altro……se l’impegno paga trovera’ presto il posto che le spetta…………..


Lascia una risposta

*

*

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *



1999-2011 © ROCKAMBULA