Il Video della Settimana: Marco Cantini – “Pazienza”

Il nuovo disco di Marco Cantini si intitola Siamo Noi Quelli che Aspettavamo e sinceramente ci troviamo di fronte un lavoro difficile da raccontare. Da più parti la critica si sposa favorevole con questo cantautore toscano e noi ci accodiamo anche se restiamo interdetti su come possano arrivare testi così ricchi di significati e contenuti ma allo stesso tempo ermetici di riferimenti che sinceramente, senza note di stampa, mai avremmo inteso a fondo. Un disco per addetti ai lavori, e non musicali ma storici, politici ed artistici. Marco Cantini immagina il viaggio di un docente precario di oggi che si torna nel 1977 a Bologna, protagonista delle lotte studentesche, rivoluzioni politiche, carri armati di Cossiga a calmare le fila. Parla di Andrea Pazienza, Tanino Liberatore e tanti altri che in quel tempo hanno segnato punti fermi nella storia culturale di quel preciso spaccato d’Italia. Ma tutto questo lo fa con sfoggiando una musica meravigliosamente prodotta, con canzoni che attingo alla più classica della tradizione “Folk” italiana (ovviamente ai giorni nostri), con testi molto curati…ma il tutto ben lontano – crediamo noi – da una comprensione popolare che sia “di tutti”. Ed il problema non è l’aver conoscenza della storia del nostro paese…il problema sono spaccati di quella storia, dettagli davvero precisi ed estremamente selettivi a cui Cantini continuamente rimanda e che non sapremmo neanche citare a memoria. La “cronaca” che lui fa di quegli anni è un insieme infinito di piccolissimi tasselli, dalla droga allo Stock 84, dai nomi comuni alle figure retoriche. Detto questo noi di Rockambula vi presentiamo il video della settimana: si intitola “Pazienza” ed è il primo estratto di Marco Cantini. Un esempio di tutto quello scritto sopra: consultando le note capisco che si parla di Andrea Pazienza, si parla del suo esilio in Brasile e poi del ritorno in Italia…e infine, si parla della sua morte. Nel video anche personaggi di spicco come Sergio Vastano, Sergio Staino, Stefano Disegni e Stefano Giraldi. Insomma: un lavoro davvero intenso che merita il plauso della corte e che finalmente restituisce il bello intellettuale alla nostra canzone d’autore. Tuttavia, è un lavoro che se non corredato da libretto di istruzioni credo perda tutta quella forza che una canzone deve preoccuparsi di avere.

Be Rock, Share!

Pubblicato in Senza categoria - Tag: , , , , , , ,


Lascia un commento

*

*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *



1999-2011 © ROCKAMBULA