Ghali – Album

- Genere: Trap, Pop Rap
- Etichetta: Sto Records
- Data uscita: 2017
- Website: https://www.facebook.com/GhaliOfficial/
- Data uscita recensione: 25.07.2017

by Federico Acconciamessa

ghali-album

Impossibile non confrontarsi con il fenomeno Ghali, il giovane rapper italo-tunisino che nel giro di pochi mesi ha polverizzato record di streaming su Spotify. Anticipato dall’hype riscosso dai singoli, il 26 maggio è uscito per la sua personale etichetta l’attesissimo primo disco, Album, punto di svolta fondamentale nella carriera del rapper, iniziata nel 2011 nella screditata formazione dei Troupe D’Elite sotto l’egida di Guè Pequeno e Fedez: dopo la rottura con quel tipo di mondo, il rapper è ripartito da zero, creandosi un personaggio unico nel panorama nazionale.

Se già dai singoli che lo hanno preceduto era già riuscito a far dimenticare i suoi esordi musicali, col disco Ghali sorpassa nuovamente sé stesso pur rimanendo fedele al suo personaggio. Album è infatti una ventata di novità sia a livello di tematiche affrontate sia a livello musicale, distaccandosi vistosamente dalla nuova scena Rap italiana a cui veniva associato e avvicinandosi a un raffinato sound d’avanguardia, a metà strada precisa tra la Trap e il Pop. Il rapper racconta senza filtri il suo successo, i fan che chiedono la foto e manco salutano e chi si avvicina solo ora che sono arrivati i soldi, e lo fa balzando da momenti più leggeri e ironici (“Pizza Kebab”, “Oggi no”) a toni più cupi e profondi, se non aggressivi (“Lacrimucce”, “Ora d’aria”). Grande effetto fanno le frasi in arabo, che denotano quanto l’album sia figlio dei nostri tempi, trattando temi attuali come l’Islam e l’integrazione multietnica, un aspetto che, trattandosi un artista il cui pubblico è composto prevalentemente da ragazzini e adolescenti, è auspicabile che possa rivelarsi persino formativo.
Menzione speciale anche per i beat cuciti ad arte dall’onnipotente Charlie Charles, che del disco ha curato la produzione, il montaggio, il missaggio e il mastering. Proprio la longeva e proficua collaborazione tra i due è stata la chiave del successo di Album, un lavoro innovativo che nel bene e nel male è stato capace di scavare un solco profondo nel contesto discografico italiano, riuscendo a dominare le classifiche lontano dalle major.

Be Rock, Share!

Altri posts:

Pubblicato in Recensioni - Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Lascia una risposta

*

*

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *



1999-2011 © ROCKAMBULA