Davide Matrisciano – Traffico di pulsazioni (9 modi di intendere il frastuono)

- Genere: Ambient
- Etichetta: autoprodotto
- Voto: 3.5/5
- Data uscita recensione: 10 Settembre 2012
- Website: http://www.myspace.com/davidefleurs

by Marco Vittoria

Davide Matrisciano è un polistrumentista campano che viene definito e si autodefinisce “paroliere ermetico”.
Fresco della sua collaborazione con la casa di produzione cinematografica indipendente tedesca Brandl Pictures il musicista ha sfornato ad aprile di quest’anno “Traffico di pulsazioni (9 modi di intendere il frastuono)”.
Un disco ambient degno di essere accomunato ai lavori del grande Patrick O’Hearn (famoso bassista che militò prima nella Frank Zappa Band e poi nei Missing Persons con il futuro Duran Duran Warren Cuccurullo) o al progetto “Spectrum pursuit vehicle” che uscì firmato da Vincent Clarke (ex Depeche Mode e Yazoo e ora negli Erasure) e Martyn Ware (membro fondatore di Heaven 17 e Human League).

Facile poi sconfinare mentre si ascolta “Passeggio tra luci psichedeliche” in piene atmosfere kraftwerkiane dense di kraut rock o magari, se volete sentirvi più vicini alla nostra Italia, ai Bluvertigo del loro periodo più new wave.
Incredibili visioni” vi aprirà poi la mente immergendovi in paesaggi incontaminati dandovi l’impressione alla fine della canzone di trovarvi in un mondo post olocausto nucleare…
In “Noia e affanno” invece grande spazio viene dato alla tecnica degli armonici in un raffinato background scandito da una deliziosa rhythm machine.
L’impressione ascoltando queste nove tracce è che il confine fra suono e silenzio non sia mai troppo netto, l’autore lascia infatti decidere all’ascoltatore quando è il caso di alzare o abbassare il volume.
Semplicemente geniali poi le accelerazioni e i frequenti cambi di tempo in “Spine inermi” secondo singolo estratto dall’album…
Avete presente i primi dischi di Franco Battiato, quelli più sperimentali?

Ecco, qualcosa di simile!

A breve Davide si metterà già al lavoro sul secondo album che invece verterà sull’indie pop ed electropop e che uscirà verso la fine del 2013, inaugurando cosí ufficialmente la susa carriera di cantautore (del resto nasce tale).
Da questo disco invece è stato appena estratto il terzo singolo “Gente in piazza” a cui è stato abbinato anche un video che sta riscuotendo un discreto successo su Youtube.
Io lo vedrei perfetto come sottofondo musicale di un cortometraggio (da appassionato del genere invito anzi Matrisciano a pensarci concretamente).

Se vi invece vi piace semplicemente la musica strumentale questo è proprio il disco che fa per voi…

 

Be Rock, Share!

Pubblicato in Recensioni - Tag:


Lascia un commento

*

*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *



1999-2011 © ROCKAMBULA