Chi suona stasera? | Mini guida alla musica live – Maggio 2018

by Tony Mistretta

chi_suona_stasera_rockambula_maggio_2018

AVEC LE SOLEIL SORTANT DE SA BOUCHE
02/05 @
La Polveriera, Reggio Emilia
03/05 @
Fanfulla 5/a, Roma
04/05 @
Reasonanz, Loreto (AN)
05/05 @
Cox 18, Milano
06/05 @
Ex Cinema Margherita, Tarcento (UD), per Tarcento Jazz (organizza Hybrida Space)
Ben 5 le date in Italia per il quartetto Kraut / Avant Funk del roster
Constellation. Formati da componenti dei più noti Fly Pan AM e Set Fire To Flames, gli ALSSDSB rappresentano il lato più fresco e brillante della sperimentazione di Montreal. Stravaganti in studio ed esaltanti sul palco, Jean-Sébastien Truchy, Sébastien Fournier, Eric Gingras e Samuel Bobony presenteranno il loro ultimo lavoro Pas Pire Pop, I Love You So Much uscito nel gennaio dello scorso anno. Consigliatissimi.
ascolta 

CHRIS CORSANO
02/05 @
CSA Next Emerson, Firenze
03/05 @
Diavolo Rosso, Asti, anteprima Jazz is Dead!
04/05 @
Sala dei Giganti – Palazzo Liviano, Padova
05/05 @
Teatro Magro, Mantova
06/05 @
Area Sismica, Forlì
07/05 @
Riot Studio, Napoli
08/05 @
ZKSquatt, Ostia (Roma)
In Italia già da qualche giorno, Chris Corsano continuerà a viaggiare su e giù per lo stivale anche durante i primi giorni di questo mese. Tra i batteristi più estrosi del mondo Free Jazz / Impro Noise, oltre alle numerose pubblicazioni da solista Corsano lavora spesso con
Paul Flaherty, fa parte del trio Rangda insieme a Sir Richard Bishop e Ben Chasny ed ha collaborato con artisti dal calibro di Bjork, Thurston Moore, Evan Parker, Jim O’Rourke, Nels Cline, Merzbow e Jandek, giusto per citarne alcuni. Durante queste date si esibirà in solo ed in due occasioni proporrà anche un set in duo, a Forlì con Riccardo La Foresta ed ad Ostia con Virgina Genta. Imperdibile.
ascolta 

NADAH EL SHAZLY
03/05 @
La Fine, Roma
04/05 @
Ex Cinema Margherita, Tarcento(UD), per Tarcento Jazz (organizza Hybrida Space)
Artista egiziana partita suonando cover dei
Misfits con una Punk band locale, la El Shazly è divenuta uno dei frutti più prelibati del sottobosco egiziano e arriva per la prima volta nel nostro paese, forte del successo dell’ottimo esordo Ahwar, disco molto particolare, inquietante ed affascinante, che si muove tra Folk, Psichedelia, Elettronica, Avant Jazz e World, uscito lo scorso anno per Nawa Recordings prodotto da Maurice Louca dei The Dwarfs of East Agouza e Sam Shalabi, direttore e compositore dei Land of Kush e collaboratore dei Silver Mt. Zion. Non fatevela sfuggire.
ascolta 

NEW ORDER
05/05 @
OGR-Officine Grandi Riparazioni, Torino
Assolutamente da non perdere la data unica che i New Order terranno nel nostro paese questo mese. La band formatasi in seguito allo scioglimento dei
Joy Division sarà accompagnata da un ensemble di dodici synthesizer e vestirà in modo nuovo una buonissima parte del suo materiale più o meno storico. Il visual artist Liam Gillick trasformerà la struttura torinese in un ambiente immersivo con un palco in grado di reagire dinamicamente al suono della formazione inglese.
ascolta 

MICK HARVEY
05/05 @
Teatro Ermete Novelli, Rimini, anteprima Smiting Fest
Data unica per il musicista australiano, co-autore e fondatore dei
Boys Next Door (poi Birthday Party) e dei Nick Cave & The Bad Seeds lasciati nel 2008, nonchè produttore e musicista di PJ Harvey e autore di intensi lavori a proprio nome. Durante questo imperdibile evento Mick Harvey proporrà la sua ultima fatica Intoxicated Women, ennesimo omaggio personale a Serge Gainsbourg nel 90° anniversario della sua nascita, accompagnato da una grande band formata da Xanthe Waite, James Johnston, Larry Mullins, Yoyo Röhm e gli archi del quartetto EoS. Siateci.
ascolta 

ANGEL OLSEN
05/05 @
Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi, Roma, per Unplugged in Monti
06/05 @
Anfiteatro del Venda, Galzignano Terme (PD), per Dalle Radici al Cielo
Due date acustiche in solo per la stella dell’Indie Folk statunitense in occasione dell’uscita di
Phases, raccolta di b-side, demo ed inediti pubblicata lo scorso 10 novembre da Jagjaguwar, dopo gli ottimi riscontri ottenuti con Burn Your Fire for No Witness e My Woman. Occasioni ghiottissime e da non lasciarsi sfuggire per gustare nella sua essenzialità un’artista capace di sfiorare e penetrare l’anima (non a caso collaboratrice di Will Oldham nel suo alter ego principesco).
ascolta ] 

STEFANO PILIA & MASSIMO PUPILLO
05/05 @
Teatro Comunale Montecarotto, Montecarotto (AN), presentato da Klang Festival
06/05 @
Ateliersi, Bologna
07/05 @
Stazione Leopolda, Firenze
27/05 @ Ex Cimitero San Pietro in Vincoli, Torino, per Jazz is Dead!
Legati da anni da una grande amicizia, Pilia e Pupillo hanno registrato delle session casalinghe, prevalentemente acustiche, che andranno a formare
Dark Night Mother, in uscita nei prossimi giorni per Offset Records e Consouling Sounds, all’interno del quale troveremo contributi vocali di due sciamane amazzoniche, di una cantante di New York e di una pittrice di El Salvador. Ai due artisti italiani nelle date di Montecarotto, Bologna e Firenze farà compagnia Jessica Moss (che il 4 suonerà anche allo Spazio ZUT di Foligno), violinista, backing vocalist e co-autrice di Silver Mt. Zion e Black Ox Orkestar della quale è uscito da circa un anno l’esordio solista Pools of Light, mentre nella data torinese sul palco oltre a Pilia e Pupillo troveremo ZEUS!, Mombu, NoHayBanda!, Andrea Belfi e Francesco Donadello.

ROLY PORTER + GIULIO ALDINUCCI
07/05 @
Auditorium San Fedele, Milano per Inner_Spaces
Data conclusiva della stagione con gli appuntamenti sempre più intensi di Inner_Spaces con un’accoppiata di artisti da leccarsi i baffi: Roly Porter e Giulio Aldinucci. A dare il via alla serata sarà il senese Aldinucci, autore lo scorso anno del meraviglioso Borders and Ruins, che presenterà un set generato dalla sua passione per gli spazi sacri coniugando soundscape ed elettronica. Seguirà l’Ambient oscuro e potente accostato alla ricerca di suoni concreti dell’inglese di Porter, il cui ultimo ottimo lavoro Third Law risale invece al 2016.
 ascolta Roly Porter ] [ ascolta Giulio Aldinucci 

FATHER MURPHY
09/05 @
Macao, Milano
10/05 @
Karemaski Multi Art Lab, Arezzo
11/05 @
Istituto Svizzero di Roma, Roma
12/05 @
Nadir, Padova
13/05 @
Ateliersi, Bologna
Cala il sipario sull’avventura dell’esoterico duo formato da Freddie Murphy e da Chiara Lee con l’ultima affascinante uscita
Rising. A Requiem For Father Murphy. Che i cuori lacrimino dunque, nella speranza che queste non siano le ultime date italiane della formazione, ma senza dimenticare che questa morte e questa messa sono testimonianza della continua evoluzione di un gruppo che ha percorso una strada assolutamente peculiare, e non solo guardando i nostri confini nazionali, e un grazie è doveroso.
ascolta ] 

MAURO ERMANNO GIOVANARDI
10/05 @
Santeria Social Club, Milano
21/05 @
Auditorium Parco della Musica, Roma
Tra Carnival of Fools, La Crus e discografia solista, Giovanardi ha ormai attraversato trent’anni di storia della musica italiana ed ha deciso lo scorso settembre con La Mia Generazione di celebrare, ripercorrendolo con passione, il decennio d’oro della musica indipendente del nostro paese, quello degli anni 90. Quali occasioni migliori per (ri)tuffarsi in quegli anni se non queste due date che vedranno sul palco al fianco di Giovanardi parte dei protagonisti del periodo: Rachele Bastreghi, Cristina Donà, Mara Redeghieri, Edda e Cristiano Godano a Milano; ancora Bastreghi, Donà e Godano, ma questa volta insieme a Raiz e Marina Rei a Roma.
ascolta ] 

JEX THOTH
12/05 @
Officine Sonore, Vercelli, per Argonauta Fest
13/05 @
Spazio Ligera, Milano
Band (ex
Totem) centrata sulla figura dalla carismatica cantante statunitense Jessica Thoth (alter ego di Jessica Bowen) che deve il suo nome al dio egizio della luna, della magia e della misura del tempo, la cui proposta si muove tra Doom e Psych Rock con un gusto melodico molto influenzato dagli anni 60 e 70 ricco di gustosissimi riff, i testi trattano prevalentemente argomenti quali misticismo, occultismo, mitologia e oscurità, temi che calzano a pennello con la suggestiva e seducente figura di Jessica. A Vercelli con 3 band del roster Argonauta: Di’Aul, Rancho Bizzarro e Sator.
ascolta ] 

YO LA TENGO
15/05 @
Fabrique, Milano
Torna in Italia il magico trio formato da Ira Kaplan, Georia Hubley e James McNew. Tra gli alfieri del Pop Rock indipendente americano da oltre trent’anni anni, gli Yo La Tengo hanno saputo incantare critica e pubblico sin dai loro primi passi, una garanzia di qualità che trova conferma nell’ultimo
There’s a Riot Going On, diciassettesimo album in studio della band, fuori dallo scorso marzo. Questi autori di piccoli grandi capolavori senza tempo saranno in Italia per un’unica data, all’interno di un tour europeo che li impegnerà sino a fine maggio, e vi consigliamo con tutto il cuore di non perderveli.
ascolta 

PIERRE BASTIEN
25/05 @
Ex Cimitero San Pietro in Vincoli, Torino, per Jazz is Dead!
Questo incredibile artista francese, autore anche di interessanti installazioni, ha letteralmente costruito la sua personalissima orchestra chiamata
Mecanium. Si tratta di un insieme di automi musicali (al completo oltre 80 elementi) costruiti da parti di Meccano e attivati ​​da elettromotori capaci di suonare (non solo) strumenti acustici provenienti da tutto il mondo, un’orchestra futuristica figlia di una visione incredibilmente Dada. Attivo sin dagli anni 70, ha collaborato con artisti dal calibro di Robert Wyatt e Pascale Comelade. Assolutamente da non perdere.
ascolta 

LUBOMYR MELNIK
25/05 @
Ex Cimitero San Pietro in Vincoli, Torino, per Jazz is Dead!
26/05 @
Anfiteatro del Venda, Galzignano Terme (PD)
Due date italiane per il pianista d’origine ucraina che, avvicinatosi al minimalismo di
Steve Reich e Terry Riley e desiderando creare qualcosa di simile col solo uso del pianoforte, è arrivato a coniarne un nuovo linguaggio figlio di uno stile unico denominato continuous music, metodo che consiste nel mantenere un flusso continuo e rapido di suoni utilizzando schemi di note ed accordi e formando sfumature che vanno a fondersi, a scontrarsi e a modellare la composizione o a creare nuove melodie, dando sempre molta importanza alla risonanza. I suoi live sono un’esperienza estatica ed affascinante capace di aprire la mente. Semplicemente imperdibile.
ascolta 

UZEDA
25-26/05 @
Afrobar, Catania
Gli Uzeda (Agostino Tilotta, Giovanna Cacciola, Raffaele Gulisano e Davide Oliveri) sono una della band più importanti del panorama musicale italiano e compiono i trent’anni di attività celebrandoli con due splendide serate che vedranno passare nel locale sul litorale catanese parecchi amici ed ospiti di altissimo livello:
Three Second Kiss, The Black Heart Procession e gli immancabili Shellac il 25, Stash Raiders, Tapso II, The Ex e June of ’44 il 26. Insomma, stiamo parlando di qualcosa che non ha veramente nulla da invidiare a vero e proprio festival, dimostrazione e testimonianza del valore della band. Tanti auguri, ragazzi!
ascolta 

JUNE OF ’44
26/05 @
Afrobar, Catania
28/05 @
Spazio211, Torino, presentato da TOdays Festival
29/05 @
Locomotiv Club, Bologna
30/05 @
Evol Club, Roma
Altre tre date oltre a quella catanese accanto agli Uzeda: il ritorno sui palchi italiani dei June of ’44 è una delle notizie più sorprendenti ed esaltanti dell’anno in corso. La straordinaria band del Kentucky formata da Fred Erskine (Hoover, Crownhate Ruin), Sean Meadows (Lungfish), Jeff Mueller (Rodan, Shipping News) e Doug Scharin (Codeine, HiM) ha lasciato un segno indelebile con i quattro album sfornati tra tra il 1995 ed il 1999 – il più celebrato dei quali, Four Great Points, ha compiuto vent’anni a gennaio. Un’incredibile miscela di geometria e libertà, di dinamica e abbandono che proprio non ci si aspettava più di poter vivere da sotto il palco tanto che ora, dalla data dell’annuncio di questo mini tour, siam qui a smaniare, ma ormai ci siamo quasi!
ascolta ] 

PG. LOST
30/0 5@
Freakout Club, Bologna
31/05 @
Bunker, Bolzano
Due gli appuntamenti con il malinconico Post-Rock della band svedese giunta nel settembre 2016 con
Versus alla sua quinta uscita, seguita all’inizio di quest’anno da Live at Dunk! Fest 2017. In Versus, fuori per Pelagic Records, l’entrata in pianta stabile del tastierista Kristian Karlsson ha dato nuova linfa al gruppo che ha sfornato quello che potremmo definire il loro lavoro più maturo e dall’impronta più personale e che suonato dal vivo non potrà che crescere ulteriormente.
ascolta ] 

Be Rock, Share!

Altri posts:

Pubblicato in Articoli - Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Lascia una risposta

*

*

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *



1999-2011 © ROCKAMBULA